I Beatles querelano Apple

E-commerceMarketing

Apple Corps, l’etichetta discografica dei Beatles fondata nel 1968, ha denunciato Apple computer per l’utilizzo del nome e del marchio Apple per la promozione dei prodotti musicali.

L’etichetta Apple Corps sostiene che il music store online di Apple, iTunes, che consente agli utenti di scaricare brani musicali da Internet, infranga l’accordo siglato dalle due compagnie nel 1991 La società londinese, che appartiene a Sir Paul McCartney, Ringo Starr e alle vedove di John Lennon e George Harrison, ha presentato querela alla Corte Suprema. Non è la prima volta che le due compagnie sono coinvolte in tali dispute legali, dal 1977, data di fondazione della Apple di Cupertino. Questa volta Apple Corps chiede i danni e un’ingiunzione per rafforzare i termini dell’accordo. La compagnia ha dichiarato: «L’accordo verteva sull’utilizzo futuro del nome e del logo Apple». «In particolare, la querela è relativa all’uso della parola e del logo Apple “abbinati ad un’applicazione per il download di musica da Internet”. Katie Cotton, di Apple Computers, ha dichiarato: “oltre dieci anni orsono, Apple ha firmato un accordo con Apple Corps, compagnia controllata dai Beatles e dai loro eredi, che specificava i diritti da parte di ciascuna delle due società per l’utilizzo del marchio registrato Apple. Sfortunatamente Apple e Apple Corps. hanno ora una diversa interpretazione sui meriti di questo accordo e dovremo chiedere ad una corte di risolvere la disputa”. Ricordiamo che il music store online di Apple è fondamentale nella strategia della compagnia di Cupertino per la promozione dei propri computer. Il servizio è attualmente disponibile negli Stati Uniti per gli utenti del computer Mac, ma entro la fine dell’anno ne è prevista una versione per Windows.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore