I Big Brother Award bocciano il Ministero delle Finanze e premiano A/I

Autorità e normativeSorveglianza

Autistici/Inventati è l’eroe della privacy, mentre la vicenda dei redditi online fa affondare il dicastero delle Finanze e la tecnologia più invasiva spetta alla banca dati Dna del R.I.S. di Parma

Anche per il 2008 sono stati assegnati i premi in negativo e positivo dei Big Brother Award italiani nel corso del convegno e-privacy che si è tenuto sabato a Firenze.Eroi negativi sono: peggiore ente pubblico il Ministero delle Finanze che

ha messo online le dichiarazioni dei redditi online dei cittadini e ha introdotto lo scontrino parlante (Art. 1 comma 28 della Legge 296 del 27-12-2006) per scaricare farmaci di libera vendita siamo ancor di più schedati; peggiore azienda privata è risultata Yahoo!, responsabile di un tracciamento perfino più estensivo di quello dei propri rivali Google e Microsoft; tecnologia più invasiva è stata votata la Banca dati DNA del R.I.S. di Parma, un database genetico il cui rischio praivacy è connesso all’abuso dei dati, alla sicurezza del database e alla pervasività della profilazione di massa; bocca a stivale spetta a Bruno Vespa, reo di aver parlato di Internet con allarmismo e usando luoghi comuni e tesi prive di fondamento; Minaccia da una vita va al neo ministro degli esteri Franco Frattini, che voleva censurare le parole pericolose in Rete: Invece il premio in positivo Winston Smith – eroe della Privacy invece va attribuito al collettivo Autistici/Inventati, “nell’ambito delle sue attività ha portato avanti per anni una indefessa e meritoria fornitura di servizi di comunicazione molto più rispettosi della privacy di quelli commerciali od istituzionali“.

Il collettivo ha fatto ciò “in maniera totalmente volontaria e gratuita in presenza sia di difficoltà economiche che di una intrusione informatica devastante giustificata come effetto secondario di indagini giudiziarie“.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore