I brevetti di Nortel all’asta il 20 giugno

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaMobile OsMobilityNormativa

L’asta avverrà il 20 giugno e i risultati saranno sanciti dai tribunali il prossimo 30 giugno. All’asta parteciperà Google per aggiudicarsi la proprietà intellettuale con cui difendere Android

Google parteciperà all’asta per il portafoglio di brevetti di Nortel (valore: un miliardo di dollari). L’asta dovrebbe partire da circa 900 milioni di dollari. Google aggiudicarsi i brevetti di Nortel per tutelare e difendere Android dalle “guerre dei brevetti”, che stanno da mesi proliferando nel mercato smartphone; il pacchetto di proprietà intellettuale di Nortel, se sarà acquisito da Google, verrà utilizzato sia in funzione difensiva che offensiva. L’asta dei brevetti da Nortel a Google è stata approvata dalle corti di Usa e Canada.

Nortel sta vendendo un pacchetto di circa 6.000 brevetti he coprono licenze per il wireless, LTE, networking, ottica, apparecchi service provider, semiconduttori ed altri portafogli.

All’asta potrebbe partecipare anche la canadese Rim, il vendor del Blackberry. Ma, a partecipare all’asta, non saranno solo Rim e Google, ma probabilmente anche la cinese ZTE, la svedese Ericsson e RPX. L’asta avverrà il 20 giugno e i risultati saranno sanciti dai tribunali il prossimo 30 giugno.

L’asta dei brevetti di Nortel ha ottenuto l’ok dopo lo spezzatino di Nortel, in seguito alla bancarotta del 2009, era stato così ripartito. Nortel Networks ha ceduto il VoIp a Genband: nei mesi scorsi Nortel ha venduto asset Lte a Hitachi per 10 milioni di dollari; Ericsson ha invece acquisito la divisione mobile di Nortel, mentre Nokia Siemens si è aggiudicata Lte e Cdma da Nortel per 650 milioni di dollari; Ciena gli asset restanti per 769 milioni di dollari.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore