I browser vecchi non passano di moda

Management

Microsoft con IE 8 punta sulla sicurezza con due nuove funzionalità contro phishing e attacchi cross-site scripting. Ma 637 milioni di utenti non aggiornano il browser. Solo gli utenti di Mozilla e Safari utilizzano l’ultima versione

La sicurezza non è solo questione di lotta ai malware. Ma è soprattutto una attitudine degli internauti: l’attitudine ad aggiornare i programmi (di

sicurezza) e i client. Ben 6 37 milioni di internauti navigano tuttora sul Web con browser obsoleti e insicuri.

Lo rivela uno studio realizzato dal Politecnico di Zurigo in collaborazione con Google: a inizio giugno 2008 solo il 59,1% dei Web surfer impiegava la versione più aggiornata del proprio browser.

Gli utenti di Mozilla Firefox sono i più attenti: con il 92,2% di browser aggiornati. Seguono gli utenti di Apple Safari (al 65,3%), mentre quelli di Internet Explorer di Microsoft sono sotto la media, con il 52,5%.

Anche in materia di plug-in, gli utenti di Mozilla sono disciplinati nell’83,3%, Safari nel 65,3%, quelli di Opera nel 56,1% e quelli di Internet Explorer nel 47,6%.

Microsoft aggiungerà due funzionalità di sicurezza a Internet Explorer 8, la cui beta 2 uscirà in agosto, con due filtri: uno anti phishing (Smart Screen) e l’altro contro gli attacchi cross-site scripting. Questo secondo filtro offrirà uno scudo

contro il popolare attacco type 1, sfruttato per rubare informazioni sensibili. Le due funzionalità si uniranno al security package per IE8 (con HTML e JavaScript sanitizing tool e sicurezza migliorata per contenuti MIME).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore