I chip mobili di Texas Instruments nel mirino di Amazon

AcquisizioniAziendeMarketing

Amazon vorrebbe acquisire il business dei chip mobili di Texas Instruments

Amazon, che nel mercato Mobile è già presente con i suoi tablet (Kindle Fire, Kindle Fire HD da 7 e 8.9 pollici e gli e-reader della gamma Kindle), e in futuro potrebbe tuffarsi nell’arena con un suo smartphone, vorrebbe acquisire i chip mobili di Texas Instruments (TI). Forse memore di quanto successo a Apple, il cui fornitore di chip è Samsung – una partnership prossima al divorzio-, Amazon preferirebbe far da sé. Il quotidiano finanziario Calcalist riporta che Amazon potrebbe sfidare Apple e Samsung nel design dei propri processori.

Il valore di una simile transazione sarebbe miliardario. Un mese fa Texas Instruments ha annunciato un mese fa che sposterà gli investimenti wireless, rifocalizzandosi dai prodotti come smartphone a un mercato più vasto che includa anche clienti industriali come i produttori d’auto. Texas Instruments  ha archiviato il secondo trimestre registrando 342 milioni di dollari nel business dei processori wireless, che include processori open multimedia applications platform (OMAP), ma ancher chip con connettività wireless e prodotti base. Nell’anno precedente il fatturato ha raggiunto 558 milioni di dollari. La divisione ha perso 51 milioni di dollari durante il secondo trimestre.

Gartner dubita che Amazon voglia avere un coinvolgimento diretto nell’hardware. Ma Reuters rilancia l’indiscrezione. I chip di Kindle Fire sono di TI.

amazon-kindle-fire-hd

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore