I 10 Top e Flop della tecnologia nel 2015

AziendeMercati e Finanza
I 10 Top e Flop della tecnologia nel 2015
1 52 Non ci sono commenti

Cinque tecnologie entusiasmanti e cinque deludenti nell’anno che sta per volgere al termine. I top e flop del 2015

Fine anno, tempo di bilanci. Elenchiamo cinque tecnologie che ci hanno entusiasmato e cinque novità IT che ci hanno deluso nell’anno che sta per volgere al termine.

I 10 Top e Flop della tecnologia nel 2015
I 10 Top e Flop della tecnologia nel 2015

I 5 top del 2015

Fra le cinque tecnologie che ci hanno strappato un sorriso per il futuro, c’è la Wearable Tech: la tecnologia indossabile corre a tripla cifra, è infatti in crescita del 200% secondo Idc. L’ultimo trimestre dell’anno dovrebbe totalizzare 21 milioni di dispositivi indossabili. La Wearable rappresenta ancora una nicchia, ma in pieno boom.

A provocare entusiasmo è anche Internet of Things (IoT): anche le polizze delle assicurazioni entrano nell’era Internet delle Cose, segno che c’è una forte crescita del mondo: 482 miliardi di dollari verranno spesi su servizi IoT nel 2020. Infatti, Gartner stima che IoT raggiunga quota 21 miliardi di unità entro quattro anni.

Le self-driving cars promettono bene: le automobili autonome o driverless car di Google hanno già percorso 1.6 milioni di chilometri, su strade pubbliche, fra San Francisco in California ed Austin in Texas. Probabilmente non vedranno la luce fino al 2020, ma le auto che si guidano da sé sono sempre più realistiche. La Google cardiventerà l’anno prossimo un business stand-alone, separato sotto l’ombrello di Alphabet.

Lo streaming Tv è partito col piede giusto. Video e Live streaming hanno dominato la scenadei social media nel 2015. YouTube potrebbe presto sfidare Netflix, con film e serie Tv in streaming a pagamento. Anche Cisco prevede che i video rappresenteranno l’80% di tutto il traffico Internet consumer dal 2019. Le console di ultima generazione stanno vendendo bene: Playstation 4 (Ps4)  è il numero unodel mercato videogame. Sony ha venduto 30 milioni di Playstation 4 (Ps4).

Le console, che tutti davano per spacciate nell’era del mobile gaming su smartphone e tablet, sono rinate. E Microsoft HoloLens, la cui versione developer arriverà nel 2016, promette di portare l’Augmented Reality su Xbox One (che ha venduto 10 milioni di unità). Intanto, nella realtà virtuale è già pronto Samsung Gear (VR), mentre scenderanno presto in campo Sony Playstation VR e Oculus di Facebook.

 

I 5 flop del 2015

Il maggiore flop dell’anno è l’iPad: il declinante mercato tablet ha deluso perfino più del già difficile mercato Pc. Ora, Apple spera che l’iPad Pro ad ampio schermo riesca a riportare il sereno nel comparto, ma la strada è in salita, perché deve vedersela con Surface Pro 4, uno dei dispositivi più interessanti dell’ecosistema Microsoft.

Altra delusione è rappresentata da Apple Watch: sia chiaro, l’azienda di Cupertino venderà moltissimi dispositivi indossabili anche a Natale (Apple è già il secondo vendor dopo FitBit), ma 9 utenti su 10 non sono così entusiasti e probabilmente farà meglio la seconda edizione, come già avvenne per iPhone e iPad.

Altro flop del 2015 è la sicurezza informatica, con milioni di data breach (l’ultimo in ordine di tempo è quello ai danni di Uber) e cyber attacchi mirati.

Una delle più scottanti delusioni dell’anno sono atati i Google Glass, tanto che il motore di ricerca di Mountain View è stato costretto ad annullare la commercializzazione, per aspettare la prossima versione degli occhialini hi-tech.

Infine, a chiudere la nostra cinquina dei fop, è il deludente mercato Pc: anche nel 2016 la ripresa sarà anemica, dopo la caduta verticale del 10% nel 2015. Il settore rimarrà fermo al palo fino al 2019. Lo riporta la società d’analisi Idc. Le uniche note positive provengono dal segmento notebook (anche Chromebook e soprattutto dagli ibridi 2-in-1) e dal ciclo di sostituzione aziendale, dove un’impresa su 2 prevede l’upgrade a Windows 10.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore