I codici di aggiornamento di Vista non funzionano per installazioni da zero

Sistemi OperativiWorkspace

I pacchetti di aggiornamento obbligano gli utenti ad avere installata una
versione precedente di Windows per poter far funzionare i codici di upgrade

MICROSOFT SEMBRA convinta che i suoi utenti avranno bisogno di installare Vista solo una volta, o magari spera che seguiranno la linea di minore resistenza e decideranno di acquistare una nuova licenza ogni volta che dovranno reinstallare il sistema. Già si era parlato negli ultimi giorni del fatto che le installazioni OEM richiedevano veri salti mortali agli utenti in caso di reinstallazione del loro sistema operativo, e ora i ragazzi di Redmond chiudono il cerchio con i pacchetti di aggiornamento, che obbligano di utenti ad avere installata una versione precedente di Windows per poter far funzionare i codici di upgrade. In altre parole questi codici di licenza non permettono di installare una versione pulita di Vista, dato che ci deve essere comunque sotto un vecchio sistema da aggiornare. Stando al Knowledge Base di Microsoft, è anche necessario effettuare l’aggiornamento da una versione abbastanza recente di Windows da essere ancora supportata, oppure bisogna acquistare una licenza, molto più costosa, che permetta di effettuare un’installazione da zero. E meno male che Microsoft ci ha fatto la grazia di estendere ancora per qualche anno il supporto a Windows XP. Malgrado questo un portavoce di Microsoft, Elissa Brown, ha assicurato a tutti che Vista sarà più intelligente e un po’ meno severo di Windows XP nel valutare le variazioni dell’hardware. Non si sa però esattamente fino a che punto. Altre informazioni le trovate qui .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore