I contenziosi legali di Apple

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaNormativa
Corte di Giustizia UE: Bocciati equo compenso ed esclusiva a Siae

Apple scende in campo per difendere gli sviluppatori dalle accuse di Lodsys. Invece iCloud Communications accusa Apple di violazione del marchio iCloud

Anche Apple finisce in tribunale nei casi Lodsys e iCloud Communications sono al centro della scena. Quest’ultimo caso ruota intorno alla titolarità del brand. Apple è nel mirino di iCloud Communications, software house dell’Arizona, che accusa Apple di violazione del marchio. Per Apple non è una novità: già era successo con iPhone, all’epoca marchio di Cisco; poi con iPad, marchio di Fujitsu; e ora con iCloud. Finora Apple ha chiuso questo genere di diatribe, mettendo mano al portafoglio, forte di oltre 70 miliardi di dollari in cassaforte.

Il caso Lodsys è più ingarbugliato. Lodsys, accusata di essere un “patent troll”, ha spedito lettere agli sviluppatori di Web apps per Apple App Store, intimando loro di smettere di violare un brevetto. Apple all’inizio non è intervenuta, lasciando gli sviluppatori in balia delle richieste di denaro di Lodsys. In un secondo tempo, quando il malumore serpeggiava fra i developer, Apple ha deciso di prendere le parti degli sviluppatori (le terze parti hanno costruito l’ecosistema, che ha fatto la fortuna di iPhone e iPad). E adesso, per salvare sette sviluppatori dalle “grinfie” di Lodsys, ha depositato una mozione nel distretto Est del Texas. Una mozione per dare una mano agli sviluppatori di Mega Poker Online Texas Holdem, Labyrinth, Twitterrific, Hearts and Daggers, Quickoffice Connect, Shadow Era e 69 Positions. Non è ancora chiaro se la mozione, un passo avanti rispetto alla lettera, costituisca un ombrello maggiore per la tutela dei developer. Ancora è da capire se Apple offrirà copertura legale e da altri potenziali rischi, ma forse la scelta dipenderà da come il tribunale si rapporta con la mozione di Apple. Comunque sia, ciò sembra preludere a un coinvolgimento di Apple più formale.

Lodsys detiene il brevetto 7,222,078 su una tecnologia per l’aggiornamento di applicazioni, tecnologia già licenziata a Apple, Google e Microsoft. Labyrinth è un’app anche su Android, e Google ancora non si è mossa a difesa degli sviluppatori.

iCloud
iCloud
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore