I conti correnti corrono online

Management

Gli italiani non hanno paura di allarme phishing, sicurezza né temono previsioni da Cassandra su futuribili collassi di Internet.

Gli italiani sono ottimisti e vogliono il conto corrente online: uno su tre del totale dei conti è attivo. Lo afferma l’ultimo rapporto Abi. Ma anche Idc svela retroscena e scenari del Banking 2.0. E addirittura approda in Italia il primo servizio di prestito solidale in spirito Web 2.0 e social network: il rapporto

tra gli italiani e l’e-banking evolve

L’e-banking avanza a ritmo serrato. Mentre i media profetizzano ipotetici Internet overload e collassi di Rete, oppure lanciano l’ultimo allarme phishing su email truffa e siti trappola, gli italiani non si fanno spaventare e scommettono sull’home banking. I conti correnti online corrono, mentre crescono anche phone banking e servizi bancari su cellulare. Anche il prestito diventa solidale in Rete, grazie a un nuovo sito di prestito collaborativo in spirito Web 2.0 e social networking.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore