I dieci dispositivi di Wearable Tech dell’anno

Dispositivi mobiliMarketingMobilityWorkspace
IDC: Apple traina il mercato smartwatch a tripla cifra (in foto Microsoft Band)
3 34 Non ci sono commenti

Aspettando Apple Watch, che uscirà nella prossima primavera, ecco una panoramica sui dieci dispositivi di Wearable Tech che potreste trovare sotto l’albero di Natale

La Wearable Tech non ruota intorno al dispositivo, ma il suo vero valore risiede nei dati che genera: nella capacità di monetizzare i battiti cardiaci che monitora, la temperatura cutanea e il respiro che tiene sotto controllo. Secondo un’indagine di PricewaterhouseCoopers, i possessori di tecnologia da indossare abbandonano i loro gadget dopo un anno. I dati biometrici devono produrre valore per dare senso alla Wearable Tech: Apple Salute, Google Fit e Microsoft Health sono pronti alla sfida, ma Samsung è già al lavoro su un servizio cloud detto Sami, per analizzare i dati dei sensori.
Aspettando Apple Watch, che uscirà nella prossima primavera, ecco una panoramica sui dieci dispositivi di Wearable Tech che potreste trovare sotto l’albero di Natale. Anche perché secondo IDC, il mercato della Wearable Tech raggiungerà dal 2018 quota 130 milioni di unità, per un valore di 6 miliardi di dollari.

Jawbone UP3

Jawbone UP24 lavorava a stretto contatto con uno smartphone iOS che poteva essere collegato via Bluetooth. A differenza del Nike Fuel Band però, questo bracciale non ha nessun display: l’UP24 monitora le azioni dell’utente (il sonno, l’attività fisica, il numero di passi effettuati durante il giorno) e stabilisce gli obiettivi quotidiani; collegando il bracciale allo smartphone Apple, l’applicazione informa l’utente del suo andamento durante il giorno; invia anche notifiche per stimolare l’utente a raggiungere i suoi obiettivi. Jawbone UP3, resiste all’acqua, disponibile in due colori (grigio o nero), con un’autonomia di una settimana, rappresenta l’evoluzione della gamma Up dei braccialetti fitness, al prezzo di circa 150 dollari. UP3 cattura più dati rispetto al passato: offre dettagli sul sonno, temperatura corporea e monitoraggio cardiaco 24 ore al giorno. Può anche rilevare l’attività di chi la indossa, dal ciclismo al jogging.

Jawbone UP3
Jawbone UP3

Misfit Shine
Misfit ShineDedicato a chi è interessato al monitoraggio del sonno e dei parametri della salute, Misfit Shine è uno dei dispositivi sul mercato. Senza display, con design metallico, lo Shine è compatibile con iOS e Android.

Con l’applicazione Misfit installata, Shine può essere usato per tracciare il lavoro e per tenere sotto controllare le abitudini del sonno. Inoltre, Shine è equipaggiato con una batteria con una lunghissima autonomia: dura per mesi senza necessità di ricarica.

 Asus Zenwatch

Visto all’IFA di Berlino, Asus Zenwatch, dotato di schermo touch Amoled da 1.63 pollici e di cinturino in pelle, è uno smartwatch elegante, equipaggiato con Android Wear, la piattaforma Android declinata da Google per gli orologi hi-tech. Protetto da Gorilla Glass 3 di Corning, con risoluzione da 320×320, Asus ZenWatch ha le medesime caratteristiche del Samsung Gear Live in una scocca di acciaio inossidabile.

ZenWatch, venduto con cinturino in pelle sostituibile con un classico cinturino da orologio da 22mm, è motorizzato con un processore Snapdragon 400 SoC da 1.2GHz, e ha 512MB di RAM e 4GB di storage interno. Lo completano la batteria è da 1.4Wh, il Bluetooth 4.0 e un microfono. Punti di forza sono il sensore per il battito cardiaco e uno di movimento. Lo ZenWatch è impermeabile con una classificazione IP55 (insomma, si può tenere sotto la doccia). Da Android Wear eredita Watch Unlock (che consente di sbloccarlo sfiorando lo schermo), Tap Tap (per usare il doppio tocco per alcune funzioni pre-assegnate) e Cover To Mute (che fa ciò che dice di fare e non è male). L’orologio costa 260 dollari.

PricewaterhouseCoopermisura la febbre da Wearable tech (in foto: Asus Zenwatch)
Asus Zenwatch

Sony Smartwatch 3

Sony SmartWatch 3 è il primo orologio hi-tech di Sony a girare con Android Wear, la versione per smartwatch del sistema operativo di Google. Dotato di processore ARM A7 da 1.2GHz, ha connettività Bluetooth, 512MB di RAM e 4GB di storage. Segni prticolari: microfono, accelerometro, compasso, giroscopio e sensore GPS.
Nonostante il nome, è la quarta generazione di smartwatch di Sony. Completamente impermeabile, con una classificazione IP65/68, il suo design minimale ha qualche somiglianza con l’Xperia Z3. Il display è un LCD da 1.6 pollici e risoluzione da 320×320: vanta una tecnologia “Transflexive” per rendere lo schermo visibile anche in condizioni di molta luminosità.
Il dispositivo può essere estratto dal cinturino e collocato in un altro di gomma venduto separatamente in diversi colori. La fascia elastica, rifinita con una chiusura in metallo, conferisce un aspetto più da smartwatch.

Il dispositivo può essere estratto dal cinturino e collocato in un altro di gomma venduto separatamente in diversi colori. La fascia elastica, rifinita con una chiusura in metallo, conferisce un aspetto più da smartwatch. Il prezzo è intorno ai 250 dollari.

Sony Smartwatch 3 con Android Wear
Sony Smartwatch 3 con Android Wear

Intel Basis Peak

basis-carbon-steel-turnedIl braccialetto Intel Basis Peak è un dispositivo da 199 dollari e dal sito Basis Peak sappiamo che è in uscita in alcuni Paesi europei, a partire da UK. Anche Basis Peak traccia la qualità del sonno e le calorie bruciate.

Il touchscreen è protetto da Gorilla Glass 3, mentre la batteria dura 96 ore. Integra il Bluetooth per sincronizzare il device con un computer, smartphone o tablet, per archiviare  e tracciare la propria informazione.

Samsung Gear S

Opera mini web browser on Samsung Gear S smartwatchBasato su Samsung Tizen OS, Gear S è uno dei dispositivi di wearable tech più interessanti dell’anno. Tizen ha un menu e un sistema applicazioni più simile a quello di un sistema operativo mobile rispetto a un device di wearable.

Gear S ha un display curvo da 2 pollici, connettività WiFi, navigazione pedestre e GPS nativo. Segni particolari: sistema operativo Tizen OS invece di Android Wear. Lo smartwatch di Samsung può ricevere notifiche, tracciare passi e monitorare il battito cardiaco, ma è anche il primo orologio hi-tech ad introdurre un modem per effettuare telefonate.
Con un cambiamento radicale rispetto ad Android Wear, presenta interfacce individuali più varie di quelle di Android Wear, che ha una design uniforme in stile card come Google Now. Costa circa 329 sterline.

Microsoft Band

Ancora non è nota la data d’uscita di Microsoft Band, già in vendita negli USA. Ma il primo tentativo di Microsoft nel mercato della wearable tech (in realtà il secondo dopo l’iniziativa di HealthVault nel 2007) consente di monitorare il fitness ed il proprio stile di vita: il dispositivo wrist-worn ha infatti sensori che monitorano il battito cardiaco, misurano le calorie bruciate, calcolano il livello di stress, tengono sott’occhio l’esposizione solare e tracciano la qualità del sonno.

Il dispositivo costa 199 dollari e, oltre al tracciamento fitness, permette i controllare email, utilizzare le comunicazioni vocali di Cortana, Windows 8.1 e funzionalità di messaggistica.

L’autonomia dura due giorni: il device opera con una sola carica per 48 ore e vanta ben 10 sensori. Band è un dispositivo open, che funziona con i principali sistemi operativi (non solo Windows Phone, ma anche Apple iOS e Google Android) e si connette ai social network Facebook e Twitter.

Microsoft Band è il primo dispositivo di Wearable Tech diell'azienda
Microsoft Band è il primo dispositivo di Wearable Tech diell’azienda

Pebble Smartwatch

Pebble Steel è lo smartwatch del CES 2014. Costa circa 100 dollari in più del suo fratello più anziano e unisce un tocco di design ispirato a quello degli orologi tradizionali, all’uso di materiali tecnologici di alto livello. Pebble Steel presenta una discreta gamma di colori: dall’acciaio, al nero. Qualsiasi tipo scegliate, nella confezione riceverete un cinturino di cuoio che vi permetterà di variarne l’aspetto.Pebble ha mantenuto invariate tutte le componenti interne nel nuovo modello Steel: ha lo stesso same e-paper display, la batteria, e la piattaforma hardware sono infatti ancora presenti. L’unica variazione, positiva, è il raddoppio della memoria da 4MB a 8MB. È disponibile fin da ora in pre-ordine al prezzo di 249 dollari (184 Euro circa). Il modello precedente di Pebble continuerà a essere venduto come entry level a 149 dollari (110 Euro circa).

Pebble Steel è il nuovo smartwatch: ha spopolato nella categoria Wearable technology
Pebble Steel è il nuovo smartwatch: ha spopolato nella categoria Wearable technology

LG G Watch and G Watch R

LG officially reveals circular G Watch R with improved design and familiar featuresLG G Watch costa 199 euro. LG G Watch dotato di sistema operativo Android Wear permetterà agli sviluppatori di creare applicazioni in totale libertà. LG e Google hanno lavorato a stretto contatto fin dalle fasi iniziali di sviluppo per assicurare il perfetto funzionamento di LG G Watch con Android Wear. Il quarto dispositivo sviluppato da LG in stretta collaborazione con Google segue il lancio di Nexus 4, Nexus 5, e LG G Pad 8.3 Google Play Edition.

LG G Watch R vanta uno schermo P-OLED da 1.3 pollice, un processore da Snapdragon 400 1.2GHz, 4GB di storage, 512MB di RAM, una batteria da 410mAh. Si tratta di un orologio waterproof per 30 minuti.

Moto 360

Moto 360 Android Wear smartwatchMoto 360 è il tanto atteso smartwatch Android Wear, andato esaurito nel giro di poche ore. Moto 360 ha uno schermo circolare da 1.5 pollici con risoluzione da 320×290 protetto da Gorilla Glass (è certificato IP67). Costa 250 dollari. Su Moto 360 gira Google Android Wear: lo smartwatch ha i controlli vocali e le Google Maps, e un sistema di monitoraggio nativo del battito cardiaco, 4GB di storage interno, 512MB di RAM, Bluetooth 4.0 e batteria da 320mAh che promette un’autonomia di un giorno.

Conoscete Internet delle Cose? Misuratevi un Quiz!

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore