I giganti della tecnologia uniti contro NSA

Autorità e normativeMarketingSicurezzaSoluzioni per la sicurezzaSorveglianza
Tutti contro NSA
1 0 1 commento

Apple, Google, Microsoft ed altre aziende IT scrivo una lettera aperta al governo per combattere le tattiche di cyber spionaggio di NSA

Otto colossi IT contro NSA. Apple, Google, Microsoft ed altre aziende IT hanno spedito una lettera aperta congiunta al Congresso e al Presidente per chiedere con urgenza una riforma dei metodi usati dall’agenzia del governo per ottenere dati sugli utenti. I Big IT uniscono le forze per combattere le tattiche di cyber spionaggio di NSA, quelle pratiche che, in spregio della tutela della privacy, hanno sollevato le proteste della cancelliera Angela Merkel, della Francia, dell’Unione europea e che iniziano ad avere un pesante impatto sul business delle aziende soprattutto in Cina.

L’open letter è stata firmata da Apple, Facebook, Google, Microsoft, LinkedIn, Yahoo, AOL e Twitter e ribadische che il pendolo, “se oscilla troppo in favore dello Stato e troppo distante dai diritti individuali – pritetti dalla Costituzione, mina la libertà. Ed è l’ora di cambiare“.

A fine novembre, per ristabilire fiducia dopo lo scoppio del caso NSA, la Commissione Ue ha spedito agli Stati Uniti tre documenti per chiedere certezze sul comportamento delle aziende USA e garanzie per gli europei in viaggio negli USA. Emerge anche la formulazione di un documento strategico per normare il flusso dei dati, un rapporto sulla recente indagine congiunta e un chiarimento sul “Safe harbor”, l’intesa che consente alle aziende di scambiarsi i dati commerciali.Attualmente solo i cittadini statunitensi, o coloro che risiedono in America, possono denunciare la violazione dei dati personali. Ma l’Ue si è impegnata ad adottare una riforma sul diritto alla protezione dei dati come “ultima chance” entro la primavera 2014: “è un programma preciso di cooperazione tra Ue e Usa quello che proponiamo oggi, volto a ristabilire la fiducia e ridare ai cittadini europei la certezza che i propri dati saranno protetti” ha spiegato il commissario alla giustizia e vicepresidente dell’esecutivo Viviane Reding. Il tema della tutela della privacy rientra nei negoziati sul partenariato transatlantico per il commercio e gli investimenti Ue-Usa.

Microsoft ha infine adottato contromisure per Windows Live, Passaport e Skype, in linea con Google, Yahoo!, Facebook. Poiché i Leaks di NSA avevano rivelato che Nsa sfruttava la tecnica del man-in-the-middle, per spiare le conversazioni dei propri utenti, Microsoft deciderà di blindare le comunicazioni degli utenti dei propri servizi.

EFF ha pubblicato tutti i documenti su NSA. L’EFF ha anche pubblicato sei misure urgenti che i colossi Internet devono implementare per prevenire non solo la violazione di privacy da parte di NSA, ma anche il cyber spionaggio industriale.

Tutti contro NSA
Tutti contro NSA
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore