I giochi al computer curano le fobie

PCWorkspace

Popolari giochi come Half-Life e Unreal Tournament possono rappresentare un economico ed efficace trattamento per chi soffre di fobie debilitanti, sostengono alcuni esperti informatici canadesi.

Ne riporta la notizia NewScientist: alcuni dispositivi di simulazione della realtà vengono già utilizzati per curare certi tipi di fobia. Esporre i pazienti alla fonte della loro paura patologica all’interno di un ambiente controllato e sicuro rappresenta un valido ed efficace approccio terapeutico. Ma, invece di utilizzare sofisticate e costose attrezzature, Patrice Renaud e i suoi colleghi dell’University of Quebec in Canada hanno scelto di provare i giochi esistenti per creare situazioni di realtà virtuale cui sottoporre i pazienti affetti da una serie di fobie. I test hanno mostrato che i giochi possono essere utilizzati per terapie mirate. Oltre al vantaggio del fattore costo, i ricercatori sottolineano come i giochi offrano grafiche altamente realistiche e possano essere facilmente adattatati ad una specifica fobia di un particolare paziente. I videogiochi sono spesso dotati di strumenti software che i giocatori possono utilizzare per creare nuovi livelli di gioco e scenari personalizzati. I ricercatori li hanno sfruttati per creare ambienti virtuali per contrastare le fobie. In Half-Life, per esempio, vengono allestite scene con diversi tipi di ragno per curare l’aracnofobia. Unreal Tournament è stato usato per creare ambienti per chi ha paura dell’altezza o degli spazi chiusi. Lo studio è stato pubblicato sul numero di ottobre della rivista CyberPsychology and Behaviour

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore