I giochi cambiano

Management

i videogiochi si fanno sempre più intelligenti.

L’industria dei videogiochi sta attraversando una fase di successo grazie a un fatturato che in Italia nel 2005 si è aggirato intorno ai 700 milioni di euro. Si tratta di una cifra che suggerisce un’abitudine al gioco quasi pervasiva da parte degli utenti e che interessa tutte le età, ogni fascia di reddito e livello di istruzione. In pratica giocano tutti e questo sta portando un miglioramento della qualità dei giochi stessi. Non più dunque semplici sparatutto pieni zeppi di sangue e violenza, ma giochi più sofisticati e stimolanti, ideati per intrattenere anche un pubblico più maturo. Si moltiplicano così i rompicapo intelligenti che invadono cellulari, console e tutti gli altri gadget elettronici dentro i quali qualche videogioco, magari un po’nascosto tra mille altre funzioni, non manca mai.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore