I giovani amano i cellulari e i social network

Workspace

Lo studio di Cremit e Save the Children dimostra che i pre-adolescenti usano telefonini, blog e social network, soprattutto per socializzare

Per i giovanissimi tra gli 11 e i 14 anni, il cordone ombelicale e la coperta di Linus sono stati sostituiti da telefonino cellulare e siti di social network: della galassia Web 2.0., i pre-adolescenti preferiscono blog e siti per socializzare.

Definiti spesso troppo soli, questi giovani amano infatti il cellulare e i social network, proprio per uscire dal proprio guscio, anche se non mancano i pericoli, come sottolinea la ricerca di Cremit e Save the Children

Ecco le cifre: il 95% degli intervistati usa il cellulare; si collegano ai motori di ricerca (81%), cercano video e musica (70%), msn (59%), chat (53%), upload (49%), e-mail (47%), videogiochi (33%), forum, blog e social network (28%), Skype (16%), shopping e prodotti (15%), sondaggi e concorsi (11%). Il 32% dei ragazzi ha un blog.

Internet viene definito come utile (58%) e facile (37%). Soltanto il 6% ritiene il Web molto pericoloso e un altro 33% abbastanza. Iil 68% dei preadolescenti non riceve alcun divieto familiare a usare motori di ricerca, il 57% i programmi di instant messaging e il 51% le chat.

Ma il pericolo corre sul Web: i l 52% finge di essere un altro, il 51% racconta cose non vere, il 46% pubblica foto senza autorizzazione, il 41% riceve inviti da parte di estranei, il 35% cerca pornografia, il 34% chatta con persone adulte.

La Rete è ormai un mon-luogo dove fare amicizia. “Le percentuali di chi usa il cellulare sono davvero molto elevate, se si considera che stiamo parlando di ragazzi molto giovani– conclude Valerio Ner i, direttore generale di “Save the Children “Anzi, in questi ultimi anni è proprio in questa fascia di età preadolescenziale, fra gli 11 e i 14 anni, che si è registrata una crescita esponenziale nell’uso del cellulare. Il telefonino sostituisce la macchina fotografica digitale e diventa uno strumento per fissare e bloccare alcuni momenti e occasioni divertenti e insolite. La funzione del ricordare, che i ragazzi assegnano al cellulare, è molto importante e sempre più rilevante nell’uso di questo strumento“.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore