I giovani preferiscono il Web ai libri

NetworkProvider e servizi Internet

La ricerca Studiare con il Pc mostra una nuova identità di studenti

Tempi duri per l’editoria classica:tra i giovani studenti i libri resistono, ma è Internet che li conquista. Lo studente chino sui libri, viene progressivamente sostituito da un’icona più moderna: lo studente di fronte al monitor del computer. Dall’indagine “Studiare con il pc“, realizzata da Renato

Mannheimer e da Gestimpresa su incarico dell’Aie (Associazione italiana editori) e di Docet (rassegna di idee e materiali per la didattica), condotta sui giovani tra i 10 e i 24 anni, emergono nuovi strumenti di apprendimento. Il libro di testo è ancora usato dal 90% degli studenti, ma solo il 41% impiega soltanto i libri di testo: il 51% studia sia sui libri che su materiale scaricato da Internet. I giovani studenti passano davanti al Pc il 67% del tempo, in media 4 ore settimanali. Solo il 46% utilizza i Cd rom.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore