I malesi porno-maniaci?

AccessoriWorkspace

Circa 200 milioni di siti porno accessibili a tutti

KUALA LUMPUR (Mls) – Circa 200 milioni di siti porno accessibili a tutti avrebbero trasformato i giovani malesi in pornodipendenti. L’accusa viene niente meno che dalle massime cariche dello stato asiatico, il Segretario di stato Mashitah Ibrahim e il Primo ministro Najib Razak. Per contrastare questo fenomeno il Governo ha appunto varato uno speciale programma “di recupero”, o di censura, a seconda dei punti di vista. Il progetto governativo prevede sia la distribuzione alle famiglie di programmi firewall che permettano ai genitori di monitorare l’attività di navigazione dei figli, sia la creazione di connessioni “filtrate” per scuole primarie, superiori, università e uffici pubblici. Il progetto del governo stabilisce poi multe salatissime (fino a 10.000 euro) per chi pubblichi on-line contenuti osé o immagini erotiche.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore