I monitor Lcd in forte crescita

Stampanti e perifericheWorkspace

I dati rilevati dalla società di analisi DisplaySearch mostrano un settore in
ottima salute, con un aumento di vendite del 16%.

A trainare il settore dei monitor a cristalli liquidi sono le vendite registrate nell’area Emea (Europa, Medio Oriente e Africa) e l’adozione degli schermi del tipo wide. E’ quanto emerge dal rapporto di DisplaySearch, relativo al terzo trimestre, periodo nel quale la crescita è stata del 16,3% a livello mondiale rispetto al medesimo periodo dell’anno passato, e del 21,9% anno su anno. Le vendite hanno superato i 34 milioni di pezzi. In termini di fatturato, nel terzo trimestre si sono raggiunti i 9,4 miliardi di dollari, con un incremento del 7,4% nel trimestre, ma solamente dell’1% anno su anno. Questo a causa della continua diminuzione dei prezzi dei monitor Lcd. La competizione nel settore non è più tra monitor a tubo catodico e schermi a cristalli liquidi, sottolineano gli analisti, bensì tra display di tipo standard e schermi formato wide. Nell’area Emea i modelli più diffusi sono quelli da 17 pollici con risoluzione SXga, che attualmente contano per il 52,7%, e quelli da 19″, che hanno una quota di mercato del 32,6%. A livello mondiale, Dell mantiene la prima posizione nonostante un calo del 4%. Altri produttori stand alone come Samsung, Acer, Lge e ViewSonic, stanno attraversando un periodo migliore grazie alla migrazione dei consumatori verso modelli di tipo wide. DisplaySearch ritiene che il settore dei monitor formato wide continuerà a crescere in maniera significativa.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore