I nomi di dominio Internet presto in altre lingue

Marketing

Il presidente dellICANN ha annunciato che nel giro di poche settimane o pochi mesi, saranno disponibili nomi di dominio in altre lingue, oltre allinglese.

Vincent G. Cerf, ha dichiarato che la Internet Corporation for Assigned Names and Numbers, o ICANN, dovrebbe approvare oggi nuovi standard. Gli standard consentono alle macchine, costruite sulla base della lingua inglese, di riconoscere il cinese, larabo e altre lingue. Gli standard tecnici sono pronti, ha detto Cerf, ora si tratta di definirne le politiche. Lannuncio è stato fatto da Cerf in occasione della settimana di incontri dellICANN che si concluderà venerdì. I computer centrali che gestiscono gli indirizzi di internet attualmente sono in grado di riconoscere solo le 26 lettere dellalfabeto inglese, 10 numeri e il trattino, oltre al punto, che serve a dividere lindirizzo in sezioni. I segni ortografici tilde,slash e altri caratteri non fanno parte del nome di dominio e vengono gestiti da computer appositi. Le altre lingue devono essere tradotte in stringhe di caratteri consentiti. Negli ultimi anni, lInternet Engineering Task Force, ha lavorato per la conversione dei simboli grafici. Anche se alcuni nomi di dominio non inglesi siano già stati resi disponibili per dei test, lapprovazione dellICANN dei nuovi standard dovrebbe ufficializzarli e assicurare che funzionino effettivamente. Indipendentemente dai cambiamenti, ha detto Cerf, i suffissi dei nomi di dominio come .com o .org rimarranno in inglese. In quanto tempo gli utenti potranno ottenere nomi di dominio in altre lingue dipenderà in gran parte da quanto i tecnici saranno riusciti a tradurre i diversi alfabeti nel protocollo internet, ha aggiunto Cerf. Le lingue più avanzate in questo senso sono il giapponese, il cinese e il coreano.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore