I Paesi più cashless a livello globale

E-paymentMarketing
I Paesi più cashless a livello globale
1 40 Non ci sono commenti

Lo stato delle cashless society nel mondo. In Nord Europa, UK e Australia l’uso del contante sta per essere superato dall’utilizzo di denaro elettronico

La società cashless – senza contanti – fa progressi. I Paesi più cashless a livello mondiale sono Svezia, Danimarca ed Australia. Quest’ultima si è aggiunta, dopo che avvengono elettronicamente, oltre la metà dei pagamenti. Già in Svezia e Danimarca, i rispettivi governi cercano di rendere ogni servizio pagabile mediante carta di credito o apps mobili su smartphone o smartwatch.

I Paesi più cashless a livello globale
I Paesi più cashless a livello globale

Da una ricerca targata Westpac Bank, emerge che l’Australia si prepara a diventare una società cashless entro il 2022. I pagamenti elettronici rappresentano già oggi la metà delle transazioni.

La Norvegia vorrebbe seguire l’esempio di Danimarca e Svezia, perché, secondo l’allarme lanciato da DNB, la principale banca norvegese, il 60% del denaro che circola in Norvegia alimenta il mercato nero.

Anche la Gran Bretagna si muove in direzione di diventare una cashless society. Lo scorso maggio, in UK, per la prima volta, i pagamenti non in contanti (cashless) hanno superato quelli tradizionali.

L’Italia, che sta spingendo i micro-pagamenti elettronici, langue agli ultimi posti in Europa per pagamenti elettronici, ma Bergamo è la prima cashless city, in cui vengono premiati i cittadini che sfruttano strumenti elettronici di pagamento. Secondo Bankitalia, la gestione del contante costa circa 10 miliardi euro, fra indennità di cassa, trasporti e sicurezza: il 48% è in carico alle banche, ma viene riversato poi sui propri clienti.

I micro-pagamenti mobili (m-payments) rappresentano il futuro. In futuro debutteranno anche Microsoft e Lg Pay, pronto a sfidare Apple Pay, Android Pay, Samsung Pay e PayPal.

Il mercato dei pagamenti mobili è stimato da IDC a quota 1 trilione di dollari nel 2017. I pagamenti mobili, secondo Gartner, rappresentano un mercato globale da 720 miliardi di dollari di valore dal 2017. In crescita rispetto ai 235 miliardi di dollari dell’anno scorso.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore