I pagamenti contactless nel trasporto pubblico valgono 200 milioni di euro in 10 anni

E-paymentMarketing
I pagamenti contactless nel trasporto pubblico valgono 200 milioni di euro in 10 anni
1 27 Non ci sono commenti

Sono le cifre emerse dallo studio del Certet Bocconi in collaborazione con MasterCard. I pagamenti contactless nell’area metropolitana di Milano e del Malpensa Express renderebbero Milano più smart city

I pagamenti contactless nel trasporto pubblico generano vataggi notevoli. L’adozione di un progetto pilota di pagamenti contactless sul Malpensa Express che collega lo scalo con le stazioni di Cadorna e Centrale, consentirebbe di aumentare i passeggeri del 32%. Inoltre, la possibilità di pagare con una carta di credito contactless direttamente ai tornelli, genererebbe un vantaggio complessivo pari a 200 milioni di euro in dieci anni.

I pagamenti contactless nel trasporto pubblico valgono 200 milioni di euro in 10 anni
I pagamenti contactless nel trasporto pubblico valgono 200 milioni di euro in 10 anni

Sono le cifre emerse dallo studio del Certet Bocconi in collaborazione con MasterCardGli strumenti di pagamento quali leve per lo sviluppo di una smart city. Il caso dei servizi di trasporto nelle aree metropolitane“, presentato recentemente all’Università Bocconi.

La ricerca ha analizzato i benefici generati dall’implementazione delle tecnologie contactless con le attuali modalità di pagamento dei servizi di trasporto pubblico dell’area metropolitana di Milano e del Malpensa Express. Il vantaggio calcolato è suddiviso tra passeggeri, imprese di trasporto e collettività: si guarda soprattutto al maggior uso del trasporto pubblico, soprattutto da parte dei passeggeri non sistematici.

L’idea si ispira al modello sviluppato da Transport for London dalla fine del 2014 e dal Gatwick Express dal gennaio 2016, grazie alle integrazione della tecnologia contactless di MasterCard che ha innovato il sistema Oyster. Nella capitale britannica, nell’arco di 18 mesi, oltre il 25% dei passeggeri non sistematici ha adottato i pagamenti contactless.

Il nostro obiettivo è promuovere la creazione di città intelligenti, inserendo i pagamenti digitali nel loro DNA, per migliorare efficienza e sostenibilità, e rendere le città più sicure e accessibili per cittadini e turisti” – ha spiegato Paolo Battiston, Division President di MasterCard Italy & Greece – “MasterCard vuole essere un player attivo nella modernizzazione di Milano e di tutto il nostro Paese, grazie alle nostre esperienze globali e alla nostra expertise tecnologica. Rendere le città più sostenibili crea solide basi per la crescita futura, con benefici importanti come evidenzia l’analisi di Bocconi”.

E Milano, forte di 7,2 milioni di turisti internazionali l’anno e con 1,2 milioni di passeggeri non sistematici al giorno, potrebbe essere la città ideale per adottare i pagamenti contactless.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore