I primi quarant’anni di Intel

Workspace

Il colosso dei processore compie quarant’anni e li festeggia con una solida trimestrale e l’uscita di Centrino 2, anche se scivola sull’Antitrust Ue

Intel festeggia i suoi primi quarant’anni. Infatti Intel nacque il 18 luglio del 1968. Intel può brindare a questo prestigioso compleanno, grazie anche a una solida trimestrale e all’uscita di Centrino 2 , l’evoluzione della piattaforma mobile per notebook. A rovinare la festa è “solo” l’ Antitrust Ue , che ha messo Intel sotto indagine, dopo la sconfitta in Sud Corea (condita da mega multa) e una in Giappone (dove però non è stata comminata alcuna multa), e l’apertura di un fascicolo da parte della Fcc americana.

Il colosso dei semiconduttori e dei chip di Santa Clara, venne fondato nel luglio 1968, da Robert Noyce e Gordon Moore (noto poi la Legge di Moore). Nel 1971 Intel inventò il primo microprocessore (Intel 4004), ma il vero boom arrivò nel 1982 quando Intel venne scelta da Ibm per equipaggiare i Pc IBM, purché Ibm avesse a disposizione una seconda fonte di produzione (la rivale di sempre, Amd). Da allora Intel ha guida la rivoluzione dei chip, innovando l’hardware con il bus PCI, il bus PCI Express, l’Universal Serial Bus (USB) e le prime architetture per server multiprocessori (SMP), fino alla rivoluzione dei processori Pentium e di Centrino. Intel è giunta ad avere il controllo pressoché totale del mercato dei processori x86.

I chip Intel da qualche stagione sono anche entrati nei Mac di Apple (desktop e portatili). L’ultima innovazione tecnologica di Intel, a parte il neonato Centrino 2 per notebook (con supporto per WiFi e WiMax) è il chip Atom, per i mini notebook. Prossime tappe: i chip Nehalem per server e desktop; novità nelle memorie a stato solido .

Nel mercato memorie (dove Intel subisce la competizione soprattutto di Samsung), nel 2008 Intel ha creato la Numonyx, insieme a STMicroelectronics e Francisco Partners.

Dati di mercato: nel mercato chip Intel ha guadagnato terreno contro Amd nel 2008: secondo iSuppli, Intel ha implementato il suo market share dal 78.5% del quarto trimestre 2007 al 79.7% di oggi, grazie al passaggio alla tecnologia a 45 nanometri in anticipo su Amd. Nello stesso periodo Amd è calata dal 14.1% al 13% nel primo trimestre 2008. Ma il peggio è passato per Amd: nel primo trimestre ha guadagnato il 2.2%, mentre Intel è scivolata dello 0,7%.

Siti: Museo di Intel

Processori Intel

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore