I processori di Ibm raffreddati ad acqua

ComponentiWorkspace

Si ispira ai motori delle auto il chip di BigBlue

I processori di Ibm raffreddati ad acqua si inspirano ai motori delle automobili. Il chip raffreddato ad acqua è stato realizzato a Zurigo, dai ricercatori IBM, in collaborazione con il Fraunhofer Institute di Berlino.

Si tratta di un microchip di 4 cm quadrati spesso un millimetro che genera calore per un kilowatt, dieci volte un fornello. Dei capillari fra strato e strato,del diametro di 50 milllesimi di millimetro, in cui passa acqua, evitano questo problema. si tratta di un sistema di tubazione ad acqua che collega direttamente i vari strati dello stack. Sono infatti chip 3D stacks in cui i processori, invece di essere uno accanto all’altro su un wafer di silicio, sono impilati uno sull’altro.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore