I processori Intel Nehalem sbarcano sui server

ComponentiWorkspace

Dopo il lancio sui desktop, l’architettura Nehalem di Intel debutta sui server. Apple ha già annunciato un nuovo Mac Pro, mentre Nehalem sarà parte integrante dei server Willowbrook nei mega data center

Come previsto da VNUnet.it ,Intel lancia i chip Nehalem sul mercato server. Lo riporta Cnet. Dopo il debutto sui desktop lo scorso novembre, l’architettura Nehalem di Intel arriva sui server: i nuovi modelli Xeon basati su Nehalem sono destinati ai server che usano più di due processori. Nehalem offrono: controller a memoria integrata per migliorare le performance, hyper-threading fino a 16 core virtuali (che ottimizzano il multitasking), e Turbo Boost Technology, in grado di aumentare dinamicamente la frequenza dei processori (velocità).

Tra i vendor Apple ha già annunciato un nuovo Mac Pro equipaggiato con chip Nehalem Xeon 3500 e 550. Intel ha già preannunciato come Nnegalem sarà sfruttato sui server Willowbrook nei mega data center

Si aspettano gli annunci di Ibm, che con il 33% è il primo vendor del mercato server. Nel mercato server ha appena fatto il suo ingresso Cisco , mentre Ibm sta per acquisire Sun .

I processori Xeon EP Nehalem per server two-socket sono al centro dell’evento presso l’Hospital Club di Londra. Nehalem ha rimpiazzato Core 2. La microarchitettura a 45 nm rende più efficienti le prestazioni e i consumi d’energia anche in condizioni estreme, senza produrre maggior calore.

Infine Nehalem è al centro di un contenzioso legale fra Nvidia e Intel.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore