I processori quad core di Intel

ComponentiWorkspace

L’Intel Core 2 Extreme QX6700 è una Cpu destinata a Pc per applicazioni
multimediali

Una delle novità più interessanti del 2007 sarà la disponibilità di diversi tipi di processori quad core, Cpu, cioè, dotate internamente di quattro nuclei di elaborazione distinti. Lo sviluppo di queste versioni ha avuto una notevole accelerazione, e i primi esemplari sono già disponibili da Intel. I vantaggi di disporre di quattro core per l’elaborazione sono intuibili, visto che con un singolo socket si possono moltiplicare le capacità di elaborazione, anche se non esattamente per quattro visto che alcune risorse sono condivise, come per esempio il Front side bus. Va tenuto conto che l’incremento di prestazioni, come accade per i processori dual core, è legato anche al software utilizzato. Attualmente non sono molti, infatti, i programmi che traggono vantaggio dalla presenza di più core, ma il loro numero è in aumento. Per esempio, ci si aspetta molto dalle prossime generazioni di giochi, dove la presenza di più core permetterà di dedicare delle risorse di elaborazione al sistema di intelligenza artificiale, altre alla parte di visualizzazione e altre ancora per gli effetti audio. Anche se i giochi, per loro natura, seguono una logica sequenziale, in pratica l’elaborazione parallela resa possibile dalla disponibilità di più core permetterà di ottenere comunque un maggiore realismo di gioco. Per i problemi legate alle licenze, per fortuna molti produttori vincolano questo aspetto al numero di socket presenti, e non al numero di Cpu implementate. In questo modo non si vanificano i vantaggi economici derivanti dalle soluzioni multicore rispetto ai sistemi multiprocessore. Il primo processore quad core presentato è l’Intel Core 2 Extreme QX6700, una Cpu destinata a Pc per applicazioni multimediali. La frequenza di clock è di 2,66 GHz, mentre il Front side bus opera a 1.066 MHz. Complessivamente la cache al secondo livello ammonta a 8 Mbyte e fra le tecnologie utilizzate c’è la VT (virtualizzazione), le estensioni a 64 bit, il supporto per Viiv e, ovviamente, la versione più recente delle tecnologie di risparmio energetico. In pratica i progettisti di Intel hanno realizzato questo processore in modo simile ai primi modelli dual core. Hanno infatti inserito in un unico package due die di silicio con i processori già esistenti. In questo caso si tratta di due Cpu dual core realizzate con processo produttivo a 65 nanometri, unite fra loro dal bus di comunicazione. Anche il Thermal design power però è condizionato dalla scelta di usare una soluzione di tipo dual cavity. Il QX6700 Extreme è però solo il primo della nuova generazione, visto che nel primo trimestre del 2007 Intel prevede di introdurre le Cpu Core 2 Quad , destinate alle applicazioni di entertainment e, più in generale, a quelle caratterizzate dalla presenza di numerosi thread. Questi processori avranno una frequenza di clock di 2,4 GHz, sempre con un Front side bus di 1.066 MHz. Come prevedibile, visto la notevole utilità di disporre di più Cpu nei segmenti dei server e delle workstation, ci saranno numerose novità anche per i processori della famiglia Xeon. I primi Xeon con quattro core saranno quelli della famiglia 5300, in pratica una variante di Woodcrest, gli attuali Xeon basati sulla nuova microarchitettura. Disponibili a partire dalla fine del 2006, queste Cpu utilizzeranno un Front side bus a 1.333 e 1.066 MHz. I modelli più interessanti, però, arriveranno nel primo trimestre del 2007. Le novità non consisteranno tanto nella Frequenza del Front side bus, che, anzi, si ferma a 1.066 MHz, quanto nella dissipazione termica che si attesterà a soli 50 W. Gli Xeon 3200, invece, saranno destinati server e workstation a singolo processore e saranno disponibili dal primo trimestre del 2007.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore