I promettenti numeri di Actebis

Aziende

Actebis guarda il mercato con ottimismo, ma senza facili entusiasmi, cercando di cogliere le opportunità e le esigenze del mercato.

Non è facile essere ottimisti in un mercato che stenta a riprendere vigore, ma Actebis ci prova, confortata anche da un trend di crescita nell’ordine del 15%. Sergio Ceresa, amministratore delegato, ritiene si debba guardare al futuro con ottimismo anche in questa fase, cercando di cogliere i problemi che il mercato evidenzia, per essere in grado di offrire le risposte giuste. A questo proposito, poco tempo fa è stato creato l’Osservatorio sul canale, uno strumento che permette al distributore di capire meglio i partner, al di là dei semplici numeri, e approfondire la collaborazione reciproca. Secondo Ceresa, oggi il mercato spinge sulla portabilità, a scapito dei computer desktop e dei monitor di fascia bassa. Interessante risulta il settore dei consumabili, compresi i supporti media, che probabilmente continueranno a tirare, nonostante l’aumento dei prezzi determinato dalla nuova legge sul diritto d’autore. Nonostante la forte crescita delle vendite nella grande distribuzione organizzata, inoltre, Actebis registra una buona tenuta del B2B con i dealer tradizionali, che rappresentano tuttora una parte rilevante del fatturato “…Questo significa – conclude Ceresa – che le piccole realtà che danno valore, continuano ad avere ragione di esistere nel mercato italiano e che, pur temendo la Gdo, hanno armi per batterla su molti fronti”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore