I punti fermi dei retail per il 2004

Aziende

Un recente studio portato avanti da Idc, sottolinea come l’efficienza
della supply chain e l’ottimizzazione dello stock, siano fondamentali
per la sopravvivenza dei retail.

L’abilità nel business, l’ottimizzazione del magazzino e l’efficienza della supply chain, sono, secondo Idc, i temi sui quali si debbono concentrare i retail europei nel 2004. Sono proprio questi i fattori, assieme alla riduzione dei costi, sostengono gli analisti, a fare la differenza tra un retail e l’altro. I retail europei, infatti, si trovano a dover affrontare un momento difficile, caratterizzato da un andamento economico incerto, da una concorrenza sempre più agguerrita e dall’espansione dei large retail. I retail, prosegue Idc, sono a un punto di svolta e la sopravvivenza di ognuno, la loro prosperità o la chiusura dipende principalmente dall’uso strategico della tecnologia. I large retail hanno ormai raggiunto un approccio maturo con il settore It e sono convinti che esso possa generare business. Mentre i retail di piccole e medie dimensioni, che non hanno né le risorse finanziarie, né quelle umane della controparte, devono iniziare a vedere l’information tehcnology come una parte della loro strategia. Bisogna inoltre considerare, che questi retail sono maggiormente influenzabili dai rapidi cambiamenti del mercato, e la chiave per avere successo potrebbe essere realizzare investimenti prudenti e assennati.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore