I trend It per il 2009

CloudServer

Passiamo in rassegna le 10 tendenze più significative per il prossimo anno cercando di capire quale impatto potrebbero avere sul business

Nel corso del 2009, le imprese con un chiaro approccio al futuro e una solida conoscenza delle tendenze tecnologiche avranno un evidente vantaggio competitivo. Tendenze tecnologie in settori come SaaS,virtualizzazione e project portfolio management, nei prossimi anni prenderanno sempre più consistenza all’interno del mondo It e nel business e potranno fornire alle aziende il sostegno di cui hanno bisogno per la loro attività in questo difficile contesto economico.

Vediamo quindi più in dettaglio quali sono le tendenze in atto e che gli esperti indicano come strategiche per il business del 2009.

Il prima posizione troviamo il Software as a service, che, grazie al cloud computing, avrà un ulteriore stimolo all’espansione in ambito Crm, Erp e dei sistemi per la gestione delle risorse umane. La società di ricerca Gartner ritiene che sempre più le aziende stanno riscontrando benefici nel trasferire le spese per il software dal capital budget al budget operativo.

Segue l a virtualizzazione. È stata uno dei principali trend negli ultimi due anni volti a ridurre l’inefficienza dei server e a contenere i costi: si calcola infatti che attualmente circa il 50-60% di tutti i server attivi sia virtualizzato. E ora la virtualizzazione sta estendendo il suo ragfgio d’azione anche alle piccole e medie imprese e nei settori dello storage, delle tecnologie desktop e dei data center.

L ‘efficienza energetica dei data center è un aspetto che sta assumendo sempre più rilevanza. I costruttori di processori e i vendor di sono sempre più attenti al consumo dei componenti utilizzarti e per il 2009 ci si attende una particolare attenzione nell’area dello storage e della virtualizzazione. La richiesta di energia continuerà a diminuire grazie a infrastrutture e componentistiche “verdi”.

Sicurezza, rischio e conformità sono tre elementi che hanno assunto un ruolo strategico per il business. Ma purtroppo è aumentata la loro complessità e quindi i tempi di gestione. Gli It manager si attendono che nel breve futuro sia possibile automatizzare i processi di sicurezza e anche includerli all’interno della value chain, compresi i dispositivi mobili. In questo senso, gli aspetti della gestione del rischio e della conformità potrebbero divenire parte dell’intrusion detection, dell’autenticazione, del patch management e dell’analisi della sicurezza. Purtroppo, fanno notare gli analisti, il valore della sicurezza non è misurabile, perché non ha un diretto impatto sul business, ma le aziende non dovrebbero mai dimenticare che la sicurezza evita problemi che potrebbero comportare un grosso danno economico e d’immagine che avrebbero un immediato riscontro sul business.

La sempre più vasta diffusione di smartphone e iPhone ha fatto crescere una grande attenzione attorno alla mobilità aziendale. Il desiderio di essere sempre collegati e “sincronizzati” ha aumentato la richiesta di più robusti browser Web per i Pda e di una più estesa tecnologia push. L’affermarsi del cloud computing e la disponibilità di una più ampia larghezza di banda, in congiunzione con più efficaci strumenti software e una migliore sicurezza, hanno indotto le aziende a seguire la via del thin-client computing. C’è quindi da aspettarsi che per il 2009 questa tendenza continuerà estendersi e la sincronizzazione ai dati aziendali migliorerà il prossimo anno.

Imprescindibile aspetto di ogni attività Web, il social networking continuerà la sua espansione all’interno delle relazioni con i clienti. Le aziende cercheranno di utilizzare tool sempre più sofisticati di business intelligence e di analisi per individuare quali persone possono avere un ruolo strategico all’interno di un’azione di vendita oppure riescono a catalizzare l’attenzione e quindi hanno una grande influenza sul popolo dell’online.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore