I trojan sono la peggiore minaccia e la Cina è la più esposta agli exploit

CyberwarSicurezza

Il primo semestre della sicurezza online visto dal Microsoft Security Intelligence Report

Microsoft Security Intelligence Report fotografa i primi sei mesi del 2008, puntando il dito contro i trojan (la peggiore minaccia dell’anno) e contro la Cina, la più esposta ai browser exploit. Il malware è cresciuto del 43%, e i Trojan del 30% di questo incremento. La Cina si piazza al 47%, mentre gli Usa sono al 23%. La più bassa percentuale spetta al Giappone con 1,8 computer infetti su mille.

Negli ultimi 12 mesi sono calate del 20% le vulnerabilità sui prodotti. Ma le falle più a rischio exploit sono invece aumentate del 56%. Inoltre Le vulnerabilità nei sistemi operativi sono ridotti a solo il 6%, mentre il 90% dei bug è stato individuato nelle applicazioni.

Secondo il Malware Protection Center di Microsoft, il colosso di Redmond ha visto calare di un terzo le vulnerabilità, rispetto allo stesso periodo del 2007, ma un terzo della falle scoperte è stato a rischio exploit. Su 77 patch rilasciate, 25 falle sono state esposte a exploit.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore