I venti milioni di italiani su Facebook

AziendeMarketingMercati e FinanzaSocial mediaWorkspace

In Italia Facebook ha quasi raddoppiato i propri utenti unici (da 11 a 20 milioni) in un solo biennio

Facebook in Italia può contare su una “platea interattiva” di 20 milioni di utenti. Mentre negli Usa è polemica sul rallentamento del social network, prossimo al giro di boa dei 700 milioni di utenti, in Italia Facebook ha quasi raddoppiato i propri utenti unici (da 11 a 20 milioni) in un solo biennio. La Relazione annuale al Parlamento dell’AgCom conferma che in due anni il social network è diventato il secondo sito più visitato in Italia con una penetrazione pari al 78% degli utenti attivi.

Inoltre Facebook nega che sia in atto un “rallentamento”, causato dalle dis-iscrizioni in Nord America (meno sei milioni negli Usa e meno 1,2 milioni in Canada).

Facebook risponde alle critiche e, in merito alle statistiche, si smarca dai detrattori, affermando di essere soddisfatto dell’attuale tendenza di crescita: “Di tanto in tanto compaiono articoli in cui si sostiene che Facebook sta perdendo utenti in alcuni paesi o sta registrando una riduzione della crescita complessiva. Alcune di queste notizie usano dati estrapolati utilizzando il nostro strumento pubblicitario che fornisce soltanto una stima approssimativa del reach degli annunci pubblicitari e non è stato progettato per monitorare la crescita complessiva di Facebook. Riteniamo il nostro trend di crescita molto soddisfacente così come le modalità con cui le persone interagiscono con Facebook. Più del 50% dei nostri utenti attivi si collegano a Facebook ogni giorno.

Quello che sembra certo è che Facebook vale ormai 100 miliardi di dollari, il doppio rispetto a poche settimane fa. E l’Ipo del primo trimestre 2012 sarà “stellare”, forse come lo sbarco di Google al Nasdaq nel 2004. Il social network punta a raccogliere 4 miliardi di dollari di introiti pubblicitari nei prossimi anni (oggi ne raccoglie 1,8 e ne registrava 800 milioni di dollari nel 2009). La crescita è sensibile, da quando Facebook ha sorpassato Google. I numeri per ora sono dalla parte di Facebook, soprattutto se riuscirà a fare un accordo con Baidu per sbarcare in cina e “sfondare” finalmente a Est.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore