Iab Forum 2016: La comunicazione digitale vale 6,5 miliardi di euro

MarketingPubblicità
La comunicazione digitale vale 6,5 miliardi di euro
2 9 Non ci sono commenti

In Italia la comunicazione digitale – che spazia dai servizi all’adserving alle misurazioni e alle piattaforme – rappresenta un settore da 6,5 miliardi di euro, contro i 2,15 miliardi dell’advertising online. Lo riporta lo studio condotto da EY e IAB Italia

Il mercato digitale nel 2017 potrebbe superare il settore auto, ma tra dieci anni arriverà a 100 miliardi, al livello cioè dell’alberghiero e della ristorazione. Sono le previsioni fatte a Iab Forum 2016. Il mercato digitale oggi vale 53 miliardi di euro di valore, pari al 3,3% del PIL e impiega 220mila dipendenti nel settore, secondo EY e Iab Italia, se si mettono insieme raccolta, servizi, e-commerce e altri ricavi.

La comunicazione digitale vale 6,5 miliardi di euro
La comunicazione digitale vale 6,5 miliardi di euro

In Italia la comunicazione digitale – che spazia dai servizi all’adserving alle misurazioni e alle piattaforme – rappresenta un settore da 6,5 miliardi di euro, contro i 2,15 miliardi dell’advertising online. Lo riporta lo studio condotto da EY e IAB Italia sull’indotto economico e occupazionale del digitale italiano. A trainare la comunicazione digitale sono il programmatic advertising (51%), mobile (44%), social media (37%) e big data (31%).

Il comparto Digital Advertising & Marketing ha archiviato il 2015 registrando un incremento del 6% rispetto a quella dell’anno precedente, contro l’11% nel 2014 rispetto a 2013.

Andrea Paliani, Mediterranean Advisory Services Leader di EY, ha sottolineato: “Come emerge dalla ricerca EY/IAB, l’impatto del digitale sulla nostra economia ha raggiunto livelli significativi, arrivando a rappresentare il 3,3% del Pil con un valore pari a 53 miliardi di euro. I ricavi delle aziende digitali sono cresciuti del 6% tra il 2014 ed il 2015 e, secondo le previsioni, continueranno con un trend positivo. È quindi fondamentale investire nella digitalizzazione delle nostre imprese e nella formazione di competenze adeguate, flessibili così come nella creazione e nel rafforzamento delle infrastrutture”.

WhitePaper – Sei interessato ad approfondire l’argomento? Scarica il Whitepaper: Come trasformare in profitto i carrelli abbandonati online

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore