IBM adotta i browser Opera

Workspace

La casa norvegese sfida IE e Netscape

La casa norvegese ha presentato laccordo con il colosso americano per sottolineare i progressi fatti nel mercato dei browser nei confronti dei due prodotti leader del settore, Internet Explorer di Microsoft e Netscape di AOL Time Warner. Facendo seguito ad annunci simili riguardanti accordi con Amd, Ericsson, Psion e Be, questo sviluppo intende essere un segnale per i maggior sviluppatori di applicazioni Internet che esiste unalternativa valida a Microsoft e Aol. Mentre Microsoft solidifica la sua leadership nel settore dei browser per i pc ad uso domestico, Aol e Netscape Communications hanno posizionato il loro browser, grazie allo sviluppo open-source di Mozilla.org, come scelta migliore per le applicazioni Internet e per i computer non-pc. Il contratto con IBM per usare Opera nella sua NetVista Internet Appliance e in un altro prodotto non ancora annunciato è certamente qualcosa che ad AOL piacerebbe avere ha dichiarato David Smith, un analista dellistituto di ricerca Gartner. Sembra che Opera si stia scaldando i muscoli ha aggiunto. Laccordo con il gigante americano è solo lultima di una serie di mosse che la casa norvegese sta facendo per conquistare fette di mercato. Verso la fine dello scorso anno Opera ha iniziato a offrire una versione gratuita del suo browser su cui compaiono i banner pubblicitari degli sponsor. Liniziativa ha avuto successo, tantè che i download sono aumentati vertiginosamente, fino a 25.000 al giorno, e sono anche raddoppiati gli utenti che hanno scelto di pagare 39 dollari per avere la versione senza banner.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore