IBM annuncia nuovi software autodiagnostici

Management

I programmi serviranno a gestire la complessità dei sistemi IT con l’autonomic computing

Il software autodiagnostico di IBM riduce la complessità dei sistemi IT grazie a nuovi prodotti per l’autonomic computing che identificano e risolvono automaticamente problemi e malfunzionamenti. IBM annuncia una serie di prodotti software autodiagnostici in grado di individuare e risolvere automaticamente problemi e malfunzionamenti prima che essi si verifichino. In questo modo, è possibile evitare che tali problemi causino un blocco dell’intero sistema IT con conseguenze dirette sulle operazioni di business online o sulla disponibilità di informazioni critiche e di valore. Il nuovo software IBM Tivoli incorpora le più sofisticate tecnologie IBM per l’autonomic computing ed è in grado di individuare, identificare e risolvere problemi e malfunzionamenti anche di sistemi complessi ed integrati, offrendo a tutte le tipologie di azienda – dai retailer di medie dimensioni alle società multinazionali di assicurazioni – la possibilità di gestire in modo sicuro e completo le loro applicazioni online. I prodotti “self-healing” che IBM annuncia oggi sono: IBM Tivoli Monitoring (consente alle aziende di migliorare la gestione delle applicazioni online, come ad esempio i sistemi di email o quelli di pagamento, correggendo proattivamente eventuali malfunzionamenti o blocchi applicativi); IBM Tivoli Composite Application Manager (velocizza l’accesso alle informazioni su internet, anticipando e agendo sui colli di bottiglia che possono sorgere inaspettatamente nell’ambito di sistemi differenti interconnessi. Il software “self-healing” può individuare i problemi, identificare la causa specifica e risolverli); Tivoli System Automation for Multiplatforms (può individuare lo stato delle applicazioni complesse che girano su piattaforme e sistemi operativi multipli e utilizzare istruzioni o policy preimpostate in modo da riportarle automaticamente online in caso di black out o altro); i prodotti annunciati includono una console o un cruscotto facile da utilizzare che consente agli amministratori del sistema di monitorare centralmente performance e disponibilità dell’intera infrastruttura. I nuovi software fanno parte dell’iniziativa IBM IT Service Managemen t, che è focalizzata sull’automazione e l’integrazione dei processi IT per tutta l’impres a.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore