Ibm apre Watson a tutti

ManagementMarketingNetwork
Ibm apre Watson a tutti
5 0 Non ci sono commenti

Ibm apre a tutti gli utenti business la tecnologia Watson, il potere del supercomputer e del Cognitive Computing, potenziato con strumenti di cloud analytics. Le aziende porranno interrogativi, a cui Watson fornirà risposte chiare

Watson Analytics è un servizio basato sul cloud che combina differenti parti dell’analisi dei dati (inclusi i data refinement, storage ed interazioni), per simplificare l’analisi dei dati sia su desktop che su dispositivi mobili. Ibm apre a tutti gli utenti business la tecnologia Watson, il potere del supercomputer con strumenti di cloud analytics. Il supercomputer risponderà a domande esposte in linguaggio naturale e consentirà alle aziende di ogni dimensione o settore di trarre vantaggio dal Cognitive computing, per rispondere a interrogativi sui propri dati e ricevere risposte chiare.

Ibm apre Watson a tutti
Ibm apre Watson a tutti

Sfruttando l’analytics predittiva, Watson Analytics può estrarre fatti rilevanti da dati grezzi e presentarli agli utenti. Inoltre, può rivelare nuovi pattern e relazioni non viste dentro i dati. Watson aiuta a scoprire connessioni nascoste dentro i Big data.

IBM ritiene che Watson Analytics aiuterà il business oggi privo di modelli analitici. Watson Analytics è attualmente in fase beta, ma le aziende potranno testare il servizio.

L’innovazione del cognitive computing di  IBM Watson rappresenta una nuova classe di servizi, software ed  apps che analizzano, migliorano imparando e scoprono risposte a questioni complesse da una massiccia quantità di dati. La crescita dei big data sta accelerando man mano che l’attività mondiale è espressione delle tecnologie mobili. Non solo sta aumentando in volume, ma anche in velocità, varietà ed incertezza. La maggior parte dei dati arriva in forma non strutturata come video, immagini, simboli e linguaggi naturali —creando domanda per un nuovo modello di computing per il business, per catturare processi e dare senso all’aumento e all’estensione dell’expertise umano.

Poiché le organizzazioni lavorano per prendere decisioni basate sui fatti e sui dati, necessitano di sistemi di cognitive computing avanzati in grado di metabolizzare massicce quantità di dati strutturati e non, e di offrire una visione e risposte nel giro di pochi secondi. IBM ha sviluppato i primi sistemi cognitivi e Watson, per analizzare grandi quantità di dati e fornire risposte e una visione approfondita.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore