Ibm assume in India

Aziende

Big Blue prevede tagli per 13.000 posti in Europa e Stati Uniti. Ma potrebbe assumere 14.000 nuovi dipendenti in India

I tagli, per 13.000 posti di lavoro, previsti da Ibm in Europa e Stati Uniti, potrebbero essere quanto prima compensati da nuove assunzioni in India. È stato reso noto da un sindacato statunitense che prevede 14.000 nuove assunzioni in India. Il ricorso ai tagli sui costi dei dipendenti, ricorrendo a lavoratori offshore dai costi competitivi, è sempre più frequente nell’hi tech d’oltreoceano. Già nel 2004 Ibm contava una forza lavoro in India pari a 24.150 dipendenti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore