Ibm campione dei brevetti

Management

Microsoft è seconda in classifica, mentre Hewlett Packard si è piazzata terza, Toshiba quarta e Digimarc ha chiuso l’Olimpo dei primi cinque

DA UN ARTICOLO pubblicato dall’IEEE (Institute of Electrical and Electronics Engineers) attraverso la rivista istituzionale online Spectrum, sono IBM e Microsoft le aziende più prolifiche in termini di brevetti depositati.

Ars Technica riporta qui qualche cifra. Nel 2006, l’ultimo anno di cui si conoscono i dati sull’attività delle aziende nella produzione di brevetti, classificati dalla rivista Spectrum in nove categorie tra cui quella dei sistemi informatici e del software, Big Blue ha sfornato 3.651 brevetti e Microsoft, seconda in classifica, ne ha ottenuti 1.469.

Hewlett packard si è piazzata terza, Toshiba quarta e Digimarc ha chiuso l’Olimpo dei primi cinque.

In ogni caso i dati possono essere interpretati in base a diversi criteri. Per esempio IBM si è classificata prima se si considera la “forza tecnologica” (Technology Strength) che è stata misurata con il punteggio di 4.665 contro 3.865 di Microsoft, ma il gigante di Redmond risulta vincitore quanto a innovazione in base al punteggio basato sulla “Science Strength”, con il quale vince ampiamente su IBM con 15.163 contro 3.074.

Un campo minato quello dei brevetti, in cui si vedono grandi aziende che tendono a porre vincoli di ogni tipo su software e contenuti per esempio con i DRM, mentre sembra che il business di molte piccole aziende, specialmente negli Starti Uniti dove la legislazione è sensibile all’argomento, sia quello di registrare brevetti per poi intentare causa ai giganti per violazione dei loro diritti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore