Ibm conferma la svolta nei servizi

Workspace

Nei giorni in cui escono le ultime classifiche del mercato Pc con il nome di Ibm, Big Blue dimostra i profitti nell’area servizi

Ibm, dopo aver venduto la divisione Pc ai cinesi di Lenovo , mostra i dati dell’ultimo trimestre, dove più che il fatturato contano i profitti. Innanzitutto la crescita del 150% nella vendita di blade server nel quarto trimestre compensa i poco redditizi quarter del comparto Pc, oramai ceduto. Ma leggiamo i dati completi. Nel trimestre Ibm ha registrato 27,7 miliardi di dollari di fatturato, con una crescita del 7% rispetto ai 24,3 miliardi di dollari dell’anno precedente. Negli utili l’incremento è di gran lunga superiore: +12%, per complessivi 3 miliardi di dollari, pari a 1,83 dollari per azione, rispetto a 2,7 miliardi di dollari del 2003, pari a 1,59 dollari per azione. Nel software Ibm ha messo a segno una crescita del 7% nel quarto trimestre, per complessivi 4,5 miliardi di dollari. La divisione servizi infine registra un incremento negli utili del 25%, confermando la bontà della svolta di Ibm.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore