Ibm dedica una giornata alla salvaguardia ambientale

Aziende

Big Blue è promotore della giornata speciale dell’Efficienza Energetica: Ibm
prevede di risparmiare più di cinque miliardi di kilowatt ora di energia
all’anno

IBM rinnova il suo impegno come promotore di una politica di salvaguardia dell’ambiente con una giornata speciale dedicata all’Efficienza Energetica. Presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia in via S. Vittore 21 a Milano IBM ha presentato ?Business E³: Energia, Efficienza, Economia ?, un appuntamento dedicato a tutte le aziende interessate ai principi di eco-compatibilità, all’aumento dell’efficienza dei sistemi e dei data center, e quindi ad aumentare le performance del loro business. Obiettivo dell’appuntamento è stato approfondire le strategie che guidano la ricerca e lo sviluppo IBM in tema di risparmio energetico ed illustrare le più innovative soluzioni tecnologiche per rendere l’infrastruttura IT e i datacenter allo stesso tempo più efficienti e rispettosi dell’ambiente: un esempio è offerto dalle nuove tecnologie di raffreddamento e alimentazione intelligente, o dalla virtualizzazione dei sistemi e dello storage. L’evento fa parte di una più ampia serie di iniziative e progetti intesi a garantire una maggiore efficienza attraverso la gestione delle fonti energetiche. IBM, infatti, ha recentemente annunciato un complesso piano per combattere la crisi energetica e lo stanziamento di 1 miliardo di dollari per far progredire le tecnologia ?verde? e i servizi ad essa collegati. L’iniziativa, chiamata “Project Big Green ?, punta a ridurre drasticamente la crescita del consumo energetico nei data center per IBM e i suoi clienti, trasformando le aziende e le infrastrutture pubbliche a livello mondiale in data center ?verdi?. I risparmi sono sostanziali: per un data center di 25.000 metri quadri, i clienti saranno in grado di realizzare il 42% di risparmio energetico. Nei soli Stati Uniti questo risparmio equivale a 7,439 tonnellate di emissioni di carbone in meno all’anno. IBM gestisce attualmente l’infrastruttura tecnologica commerciale più grande del mondo con più di 8 milioni di metri quadri di data center in sei continenti. Adottando le stesse iniziative di efficienza energetica che offre ai suoi clienti IBM prevede, nei prossimi tre anni, di raddoppiare la capacità informatica dei suoi data center senza aumentare i consumi energetici o il “carbon footprint?. Se paragonato al raddoppio della dimensione dei suoi data center tramite la creazione di nuovi spazi, IBM prevede che questo aiuterà a risparmiare più di cinque miliardi di kilowatt ora di energia all’anno. ?Business E³: Energia, Efficienza, Economia? è a Impatto Zero sull’ambiente. IBM ha infatti scelto di quantificarne e compensarne le emissioni di anidride carbonica in atmosfera tutelando 1.933 mq di foresta in Costa Rica. Impatto Zero è il progetto di LifeGate che, attraverso un metodo scientifico elaborato in collaborazione con Università specializzate in Life Cycle Assessment.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore