Ibm e Amd seguono le orme di Intel

ComponentiWorkspace

La nuova tecnologia che riduce le tecnologie dei chip non è monopolio di Ibm,
ma cosviluppata con Amd, Toshiba e Sony

Amd, tuffatasi nei 65 nanometri da poco,passerà ai 45 nanometri solo nel 2008. Intel ha quindi bruciato la concorrenza, tuttavia secondo gli osservatori del mercato dei semiconduttori (teatro di novità nell’ultimo biennio) non sarà questo a darle un eccessivo vantaggio competitivo. Ibm ha sviluppato la tecnologia per passare ai 45 nanometri, con Amd, Toshiba e Sony: anche queste aziende seguiranno le orme di Intel nei 45 nanometri, ma senza fretta. sia Intel che Ibm utilizzano una tecnologia che combina High-K e una lega metallica, per consentire ai chip di operare a temperature meno alte e aumentare la durata della batteria sui dispositivi portatili. Intel dunque non è l’unica ad aver scoperto questa tecnologia. Big Blue presenterà presto i suoi lavori.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore