Ibm e Red Hat, da Solaris a Linux

Aziende

Le due società raggiungono un accordo per spingere la migrazione da Solaris a Linux. Si rafforza la competizione contro il sistema operativo Unix.

Ibm e Red Hat annunciano l’avvio di un nuovo programma per consentire la migrazione dal sistema Solaris a Linux, suo principale concorrente. Le due società promettono che forniranno servizi di assesment gratuiti per coloro che intendono passare da un sistema operativo all’altro. Ibm, già dall’inizio del 2004, ha iniziato a favorire la migrazione di oltre 500 sistemi da Hp/Ux e Solaris al sistema operativo Aix. Adesso si tratta di favorire la migrazione verso Linux. Scott Handy, worldwide vice presidente per Linux in Ibm, è ottimista e ritiene che la migrazione avrà successo, in quanto i clienti si accorgeranno subito dei vantaggi e dei benefici che ne trarranno. Parte del programma di migrazione prevede la collaborazione con 22 software vendor attive nel settore dei servizi finanziari. Aziende che tradizionalmente hanno sempre lavorato con Solaris e che ora, con il supporto di Ibm, vorrebbero passare a Linux.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore