Ibm investe su Rfid

Aziende

La multinazionale crea una apposita business unit che potrà contare su un investimento di 250 milioni di dollari per i prossimi cinque anni

La nuova business unit ha il compito di offrire supporto a tutti i dispositivi che utilizzano la tecnologia di identificazione a radio frequenza, meglio nota come Rfid. Dovrà quindi sviluppare prodotti e servizi che aiutino le aziende a implementare la tecnologia con un impatto positivo sull’andamento organizzativo. Ibm ha già annunciato l’uscita, entro la fine dell’anno, di WebSphere basato su Rfid e ha intenzione di spingere ulteriormente su questa strada. La nuova business unit fa parte di Ibm application-integration middleware division e potrà contare su uno staff composto da circa mille persone e su investimenti per 250 milioni di dollari in cinque anni.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore