IBM la piattaforma Eclipse ottiene la certificazione Open Source Software

Management

A un anno dalla nascita del progetto Eclipse esce la nuova versione Eclipse Platform R2.0

Allindirizzo www.eclipse.org . si trova gi la distribuzione gratuita open source della Eclipse Platform 2.0. Il progetto Eclipse, la comunit indipendente di software open source per sviluppare applicazioni e Web Services, costituita nel novembre 2001 e sostenuta tra gli altri anche da IBM, ha realizzato la nuova release di Eclipse ha introdotto il supporto delle procedure di internazionalizzazione, di nuove piattaforme di sviluppo e significative novit che rendono il prodotto capace di girare pi velocemente, migliorare lusabilit e consentire unintegrazione ancor pi trasparente ed efficace nei confronti dei tool disponibili. Sebbene la distribuzione open source di Eclipse sia in inglese, le nuove funzionalit permettono di creare tool e plug-in per Eclipse localizzati in francese, tedesco, italiano, portoghese brasiliano, spagnolo, cinese semplificato, coreano, giapponese e taiwanese. Le funzioni di internazionalizzazione supportano le configurazioni nazionali dei layout di tastiera, delle interfacce utente, delle guide in linea, dei messaggi, dei formati e dellordinamento di caratteri e simboli. Altra novit la possibilit di integrare tool di sviluppo su Windows, QNX e Linux su PC con processori Intel X86, Sun Solaris su workstation SPARC, HP-UX su workstation PA-RISC HP9000, e IBM AIX su workstation PowerPC. Le numerose novit si traducono in una migliore possibilit di utilizzo da parte dellutente finale, in un ambiente di sviluppo pi allineato alle esigenze di chi deve creare tool miglioramenti allusabilit, riduzione dei tempi di startup della piattaforma, maggior integrazione dei tool esterni, controllo ampliato tramite script ANT, migliorie alle funzioni di servizio e manutenzione della piattaforma, incremento dellintegrazione con i sistemi VCM (Version Control Management), riprogettazione dellinstallazione dei plug-in e della tecnologia di aggiornamento, implementazione di un motore di ricerca per il sottosistema delle guide in linea, e la possibilit di assegnare alleditor combinazioni di tastiera differenti. Sono state inoltre aggiunte funzioni di accessibilit in conformit alle normative statunitensi definite nelle Section 508 Guidelines. I tool di sviluppo per Java (i Java Development Tools) presentano numerosi accorgimenti per la produttivit come un nuovo supporto quick fix per levidenziazione automatica e la correzione degli errori direttamente in fase di digitazione del codice; maggior velocit nella compilazione incrementale; un pi ampio set di refactoring; procedure di test integrate con JUnit, e ampliamento del debugging con il reloading di classi dinamiche per la sostituzione di hot code.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore