Ibm, Lg Electronics e Qnx insieme nellautomotive

Workspace

Sempre più soluzioni telematiche nelle quattro ruote di domani

Ibm ha raggiunto un accordo con Lg Electronics, relativo alla fornitura allindustria automobilistica di soluzioni telematiche per il monitoraggio da remoto delle vetture. In base allaccordo, i pacchetti software di Big Blue saranno incorporati allinterno di unampia gamma di prodotti di elettronica da consumo del produttore coreano. Dispositivi digitali, Pda, telefoni cellulari, prodotti wireless. Nel prossimo futuro, le apparecchiature digitali di Lge potranno usufruire anche della tecnologia J9 di Ibm, un ambiente Virtual Machine su base Java (il costruttore americano ci ha lavorato più di 12 anni e nel 2001 è stato il primo a distribuire lambiente pluripiattaforma J9 J2Ma Java Powered). Molti i vantaggi che gli automobilisti avranno da questa partnership tecnologica. Sono infatti previste soluzioni per laccesso da remoto di dati della propria vettura tramite un dispositivo di salvataggio (qualora le chiavi restino chiuse allinterno del veicolo); servizi di controllo sulla sicurezza; sistemi di notifica automatica di eventuali incidenti; informazioni in tempo reale sul traffico, sul tempo e sulle ultime notizie di cronaca; funzioni di e-mail e di organizzazione della propria agenda. Ibm e Lge forniranno inoltre soluzioni di connettività attraverso Service Management Framework, una architettura che comprende prodotti software wireless, tool e formazione. Smf permette la connessione delle vetture collegate in rete a una infrastruttura e-business end-to-end, tramite dispositivi di pervasive computing. Smf dà agli automobilisti un aggiornamento continuo delle funzionalità delle propria vettura durante tutto il suo ciclo di vita. Questo tipo di architettura è inoltre suscettibile di potenziamenti, grazie al sistema Qnx Operating Systems di Qnx, uno dei maggiori produttori di tecnologia Os microkernel in tempo reale, destinata alla creazione e allo sviluppo di applicazioni e di servizi telematici evoluti. Lintesa prevede che Lge fornisca a Ibm la tecnologia Qnx in licenza.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore