Ibm, Microsoft e ARM, insieme per il database Open dei brevetti

AziendeFinanziamenti
Open Register of Patent Ownership (ORoPO)
2 0 Non ci sono commenti

Ibm, Microsoft e ARM sostengono open patent database, per offrire una migliore informazioni sui brevetti e i loro proprietari

Ibm, Microsoft e ARM supportano open patent database, per offrire una migliore informazioni sui brevetti e i loro proprietari. Per superare la mancanza di trasparenza e chiare informazioni, aziende di alto profilo – come IBM, Microsoft, ARM, BAE Systems, Shazam, Patent Properties, Conversant, Aistemos e Finjan – uniscono le forze per sostenere Open Register of Patent Ownership (ORoPO), un gruppo che si descrive per offrire “una semplice soluzione a problemi significativi in tema di accuratezza del registro dei proprietari di brevetti“.

Open Register of Patent Ownership (ORoPO)
Open Register of Patent Ownership (ORoPO)

ORoPO fornisce un database accessibile di brevetti e dei loro proprietari, per informare in maniera più efficace e veloci individui ed aziende sul possesso dei brevetti.

L’incertezza sulla proprietà dei brevetti influisce sui costi di transazione, scoraggia la monetizzazione dei patent rights attraverso le licenze e non promuove l’innovazione“, frenando il ruolo della propietà intellettuale (IP) come asset class” spiega Roger Burt, chief executive di ORoPO.

Microsoft ritiene che la sua presenza nel database possa “incoraggiare l’innovazione”. “Microsoft crede che la transparenza sul possesso dei brevetti continui a rappresentare una parte importante di un sistema brevetti ben funzionante” ha spiegato Erich Andersen, vice presidente e deputy general counsel presso Microsoft.

Conoscete il mondo dei brevetti? Misuratevi con il nostro quiz a questo link!

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore