Ibm migliora la virtualizzazione

CloudServer

Introdotti miglioramenti nella scalabilità della tecnologia virtualizzazione
z/VM

La nuova versione 5.3 della tecnologia di virtualizzazione z/VM può ora ospitare un più ampio numero di immagini virtuali su un singolo sistema grazie ad una tecnologia di virtualizzazione hypervisor, che rende possibile realizzare su un singolo computer immagini virtuali multiple. Oltre ad espandere la capacità di utilizzo di memoria, il nuovo software fornisce una maggiore potenza di calcolo (Cpu) e può supportare fino a 32 Processor Unit, alzando il limite da 24 a 32 processori, una crescita del 33 per cento rispetto alla versione precedente di z/VM. Unito a Linux su z System, il nuovo software è in grado di gestire in modo migliore la memoria permettendo allo z/VM di ospitare un numero maggiore di server virtuali con la stessa quantità di memoria.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore