IBM offre un supporto parziale al patto tra Novell e Microsoft

Workspace

Giunge un supporto qualificato all’accordo open source tra Novell e il
colosso di Redmond

IBM, il campione di Linux, ha mostrato di voler dare un supporto qualificato all’accordo tra Novell e Microsoft. In un’intervista rilasciata a Linux-Watch.com, Scott Handy, vicepresidente di IBM worldwide per le questioni Linux e Open Source, ha detto che ci sono luci ed ombre nell’accordo stipulato. IBM ha da sempre sopportato l’interoperabilità tra Windows e linux è per questo applaude a ogni sforzo che possa colmare questo spazio. Secondo Handy l’accordo significa che Microsoft accetta il fatto che Linux sia ormai una forza inarrestabile sul mercato. Comunque Handy è preoccupato degli annunci senza fondamento di Microsoft secondo cui gli utenti avrebbero bisogno di essere protetti da attacchi legali. Non è sicuro di quale sia il gioco di Microsoft nel fare questi proclami. Secondo Big Blue non c’è mai stata la necessità di una protezione dei brevetti per Linux e se esiste qualche questione legale dovrebbe semmai essere risolta a livello dei vendor e non coinvolgere i clienti finali. L’accordo comunque non influenzerà le relazioni di IBM con Novell e Handy pensa che alla fine il patto risulterà vantaggioso per Linux. Altre informazioni le trovate qui .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore