Ibm perde ancora e non aspetta il 15 aprile

Workspace

Un annuncio di Armonk e la crisi politica internazionale penalizzano Big Blue prima del previsto

Nuovo pesante scivolone di Ibm a Wall Street, dopo quello di venerdì 5 aprile (-2%). Sulla piazza di New York, ieri Big Blue è andata in picchiata, arrivando a perdere fino all11%. I timori sui pre-annunci di profitto del colosso di Armonk, di cui avevamo parlato nei giorni scorsi , che avrebbero potuto caratterizzare in negativo il titolo nei giorni immediatamente precedenti la data fissata (17 aprile) per la diffusione del primo bilancio dellanno, si sono invece concretizzati prima del previsto. A innescare la miccia ha provveduto un annuncio della stessa Ibm, che ha reso noto le stime di crescita degli utili del primo quarter, notevolmente ridotte rispetto anche alle aspettative più critiche. Lammissione di trovarsi in difficoltà da parte del nome storico dellIct si è purtroppo sommata a una serie di altri fattori a rischio, anche se estranei alle vicende finanziarie dellInformation Autorità palestinese e la decisione dellIraq di sospendere lestrazione del greggio per un mese e di conseguenza anche la fornitura al mercato.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore