Ibm presenta un nuovo servizio di traduzioni online

Network

WebSphere Translation Server sarà la soluzione ideale per i business che hanno bisogno di pagine dinamiche in diverse lingue

Ibm entra di prepotenza nel settore delle traduzioni online grazie al lancio del suo WebSphere Translation Server. Il sistema pensato da Big Blue non funzionerà solamente come il Babelfish di Altavista dove un utente può digitare un vocabolo in inglese e vedere i suoi corrispondenti nelle lingue proposte. Ibm punta di mettere in vendita per 10.000$ il suo sistema, e dare la possibilità alle aziende online di fornire pagine Web e altri contenuti in diverse lingue e in tempo reale. In questo modo i siti potranno essere visti in tutto il mondo senza la necessità di redarre tanti siti diversi quante sono le lingue da proporre, mantenendo allo stesso tempo linfrastruttura prevista per il sito originario. Il primo grosso cliente sarà la Deutsche Bank Private Banking che vuole offrire ai suoi 6.500 impiegati la possibilità di tradurre immediatamente i contenuti Internet e Intranet della società. Abbiamo bisogno di un sistema che non si limiti alla traduzione di vocaboli, ma che sia anche in grado di riconoscere la grammatica spiega Marco Stein, project leader di Global Private Banking Intranet della Deutsche Bank. Steve McClure, vice presidente di Speech and Natural Language Software dellIdc, sottolinea il basso costo del sistema e la sua caratteristica di bidirezionalità che ne facilita lutilizzo in un contesto di business dinamico che permette di creare dei contenuti in una frazione del tempo richiesto normalmente da un sistema di traduzioni professionale.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore