Ibm rilascia le API di Watson

Business IntelligenceData
Edifici smart con Watson IoT di Ibm
4 7 Non ci sono commenti

Ibm mette a disposizione degli sviluppatori le API di Watson, per attrarre developer. IBM sta aprendo anche un ufficio a San Francisco

Ibm mette a disposizione dei developer le API di Watson, per attrarre sviluppatori interessati all’Intelligenza Artificiale (AI). L’apertura del sistema di supercomputer Ibm Watson serve a convincere gli sviluppatori ad aggiungere nuove funzionalità di AI nei loro servizi.

Ibm rilascia le API di Watson
Ibm rilascia le API di Watson

IBM Watson mette a disposizione un servizio di cognitive computing, per consentire a un computer di rispondere, in maniera semplice, chiara e concisa, a vasti interrogativi. IBM sta anche dando una mano a Twitter, per aiutare gli utenti business a prevedere tendenze nel marketplace e nel sentiment consumer riguardo a prodotti e brand.

Le API si focalizzeranno sui numerosi servizi che Watson può fornire, spaziando dal linguagggio allo speech, dal testo ai data analytics. Mike Rhodin, senior vice presidente di IBM Watson, che ciò farà emergere le potenzialità di Watson in nuove arene.

Le API includono IBM Watson Dialog, che può essere usato per creare servizi di chat testuale dal suono naturale, come quando si ordina una pizza o si prenotano i biglietti al cinema. Inoltre, Speech to Text, potrebbe essere incorporato nelle apps per una trascrizione in real-time.

La crescita dei big data sta accelerando man mano che l’attività mondiale è espressione delle tecnologie mobili. Non solo sta aumentando in volume, ma anche in velocità, varietà ed incertezza. La maggior parte dei dati arriva in forma non strutturata come video, immagini, simboli e linguaggi naturali —creando domanda per un nuovo modello di computing per il business, per catturare processi e dare senso all’aumento e all’estensione dell’expertise umano.

Watson Analytics è un servizio basato sul cloud che combina differenti parti dell’analisi dei dati (inclusi i data refinement, storage ed interazioni), per simplificare l’analisi dei dati sia su desktop che su dispositivi mobili. Ibm apre a tutti gli utenti business la tecnologia Watson, il potere del supercomputer con strumenti di cloud analytics. Il supercomputer risponderà a domande esposte in linguaggio naturale e consentirà alle aziende di ogni dimensione o settore di trarre vantaggio dal Cognitive computing, per rispondere a interrogativi sui propri dati e ricevere risposte chiare.

Le immagini possono essere analizzate con lo strumento AlchemyVision, che, secondo IBM, può essere sfruttato per “migliorare il modo in cui il business prende decisioni, integrando l’image cognition“.

The Association for Computing Machinery (ACM) sta usando le API di IBM Watson Concept Insights per aiutare a trovare connessioni fra ricercatori e per predire autori che siano rilevanti a una data area tecnica.

Lo scorso giugno Ibm ha siglato un accordo con Apple, un’intesa che mette al centro cento apps per l’enterprise mobility.

Oltre alle API, IBM sta aprendo un ufficio a San Francisco per mostrare le capacità di Watson, ma soprattutto per avvicinarsi alla comunità hi-tech californiana, a partire dalle startups, e per rendere Watson parte integrale delle loro offerte. L’ufficio aprirà nel 2016 al 505 di Howard Street.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore