Ibm: sistemi con nuovi Opteron Amd

CloudServer

Meno consumi e più prestazioni. Il ruolo del software

Sul finire dello scorso anno, Ibm e Amd avevano esteso il loro accordo di sviluppo tecnologico fino al 2011. Con una serie di annunci di agosto, Ibm ha ampliato la sua linea di server con processore Amd, sia sistemi (System x) che blade (BladeCenter).

Si tratta di c inque nuovi prodotti basati su processori Opteron di nuova generazione e fanno parte della linea attuale di sistemi basati su Amd di Ibm per l’high performance computing, introdotta nel mercato da Ibm ad agosto 2003. Il BladeCenter LS41, di classe enterprise, scalabile da 2 a 4 vie è adatto per applicazioni front e mid tier. Il BladeCenter LS21, scalabile a 2 vie, è ottimizzato per il performance computing. I sistemi portano le sigle x3755, x3655 e x3455. La disponibilità dei prodotti e la determinazione dei prezzi saranno comunicate con la disponibilità del processore Opteron di Amd di futura generazione nel terzo trimestre del 2006.

Nelle soluzioni in formato blade, è possibile collegare a scatto un secondo blade con due socket Amd al primo, in modo tale da far funzionare due blade come se fosse uno solo. Grazie alla tecnologia di interconnessione sviluppata da Amd, questa risorsa scalabile di Ibm consente ai clienti di raddoppiare la capacità di un blade a due socket. Con la nuova Xcelerated Memory Technology, tecnologia basata su Hypertransport Interconnect, i clienti di Ibm potranno ora accedere ai dati in modo più rapido e preciso per le transazioni business critical.

I

bm è impegnata da tempo a ridurre i consumi energetici e offre una gamma di soluzioni tecnologiche che migliorano l’utilizzo di potenza e riducono i costi relativi ai consumi energetici. Il portafoglio ?Blue Climate Control? di Ibm comprende tool di gestione dei sistemi e hardware che consentono di ottimizzare meglio la gestione dei consumi energetici e del raffreddamento dell’infrastruttura a livello di sistema, rack e data center. Fa parte del portafoglio il software Power Executive che consente di misurare i consumi energetici effettivi e le emissioni di calore, nonché di trarre vantaggio dalla quantità di energia utilizzata da un singolo server o da un gruppo di server in qualsiasi momento. In futuro, Power Executive consentirà ai clienti di sviluppare policy energetiche attraverso gruppi di server per la riallocazione dinamica delle risorse energetiche in base alle esperienze precedenti. I

bm Thermal Diagnostics identifica e a regola automaticamente i problemi relativi al calore all’interno dei data center. Il software crea un modello virtuale di attrezzatura e identifica lo ?scenario più probabile?, diagnosticando automaticamente i possibili problemi termici e consentendo a Power Executive, Ibm Director e ai processori di servizio di risolvere i problemi relativi al riscaldamento in modo rapido ed efficace.

La virtualizzazione ? grazie all’impiego di tecnologie VMware e del Virtualization Engine di Ibm ? disponibile nel System x è in grado di migliorare i rapporti di utilizzo del sistema del 50 per cento.

Tra gli utenti che hanno adottato System x con Opteron dual core vi è la scuderia di Formula 1 Red Bull Racing. Insieme alle workstation Intellistation e ai sistemi di storage Ds 4800 con 100 TB di capacità lavorano in cluster ad alte prestazioni nella progettazione delle vetture di Formula 1.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore