Ibm taglia del 25% la divisione hardware

AziendeCloudMarketing
Ibm smentisce 118 mila tagli
1 0 1 commento

Ibm taglia nell’hardware, per rifocalizzarsi nelle nuove priorità: cloud, analytics e computing cognitivo. Il Ceo di Ibm, Ginny Rometty, conferma i tagli

Ibm conferma gli esuberi, ma senza fornire numeri. Invece Cnet riporta che Ibm taglia del 25% la divisione hardware, il gruppo Systems and Technology, per rifocalizzarsi sulle nuove  priorità: cloud, analytics e  computing cognitivo.

IBM deve ribilanciare la forza-lavoro per rispondere ai requisiti richiesti dai clienti, per fornire i nuovi segmenti dell’industria IT ad alto valore” ha precisato il portavoce Doug Shelton di IBM a Cnet. “Infine, IBM isi sta riposizionando in aree come il cloud, analytics e il cognitive computing, investendo nelle priorità.”

Un  quarto dei licenziamenti colpirà il gruppo Systems and Technology, che realizza i server IBM e di solito si riferisce alla divisione “hardware”, dopo la cessione dei server x86 low-end e mid-range a Lenovo (Lenovo ha acquisito i server x86 di fascia bassa per 2.3 miliardi di dollari). Già nel 2005 Ibm aveva ceduto il business dei Pc ai cinesi di Lenovo.

Ibm oggi conta 400.000 dipendenti su scala globale. La forza di lavoro totale era rimasta stabile nell’ultimo triennio. Ibm sta investendo un miliardo nell’unità Watson e 1.2 miliardi di dollari per espandere il cloud. Ibm sta cercando 3.000 posti di lavoro in queste aree.

Il Ceo di Ibm Ginny Rometty conferma i tagli
Il Ceo di Ibm Ginny Rometty conferma i tagli
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore